L’ Italia si prepara all’ estate con una campagna da 9 milioni di euro che porta in tour la Venere di Botticelli per essere declinata in location d’eccezione italiane, questa volta vestita in modo moderno e sorprendente.  Prima tappa negli Emirati Arabi in occasione di Atm Dubai dall’ 1 al 4 maggio dove in oltre 500 metri quadrati verrà esportata l’eccellenza dell’italianità. Enit sta sperimentando per la prima volta la nuova comunicazione, già al centro di numerose polemiche, che prevede anche l’uso del nuovo logo di ITALIA.IT con la bandiera italiana a forma di finestra spalancata sul mondo.

La campagna sarà inserita all’interno dell’allestimento a Dubai con i due soggetti più culturalmente vicini al mercato mediorientale, vale a dire il soggetto di Venere a Venezia, che indugia con lo smartphone ma che ha un outfit elegante, e la Venere a Roma, in bici, con dietro il Colosseo. 

Si inneggia lo splendore italiano con il claim “Open to meraviglia” per questa campagna nata da un’idea del Gruppo Armando Testa ambientata nei luoghi rappresentativi delle bellezze del Bel paese. Il proseguimento della campagna prevede itinerari a tappe sulla base delle visite che la Venere compirà nei Comuni e nelle Regioni che decideranno di aderire alla campagna digitale, che vivrà nel profilo Instagram venereitalia23, nel sito Italia.it e nelle altre piattaforme social. Fondamentale dunque, per il successo della promozione, una proficua collaborazione con gli enti regionali che, ricordiamo, hanno la competenza per il turismo.

La campagna toccherà i principali hub aeroportuali e ferroviari internazionali in particolare, d’ Europa, USA, Centro e Sud America, Cina, India, Sud Est Asiatico e Australia. La presenza di un QR code localizzato per Paese, permetterà un forte richiamo a italia.it. Inoltre dei 9 milioni ben 4 milioni saranno investiti sull’ecosistema digitale con campagne crossmediali sempre al fine di sviluppare traffico sul portale italia.it. 

La Penisola punta a diventare la prima meta di preferenza al centro dei desideri dei viaggiatori internazionali con una campagna irriverente e poetica al tempo stesso. In termini di flussi turistici l’Italia chiude il 2022 con un recupero quasi totale rispetto al 2019 ancor più evidente in termini di spesa turistica internazionale. 

Oltre 26 milioni spesi dai turisti internazionali in Italia nel 2022 e nello specifico da Germania (8.195 milioni di euro), Stati Uniti (4.686), Francia (3.907), Regno Unito (3566), Spagna (2332), Austria (2249), Svizzera (2115), Canada (1010), Giappone (274 mila).  

L’Asia rappresenta un target fondamentale per la crescita del turismo internazionale in Italia. I dati dei flussi aeroportuali ci lasciano intravedere nel 2024 il recupero della quota di turisti stranieri, al pareggio col mercato italiano. 

“Un valido supporto alla strategia di promozione dell’Italia nel mondo ma anche un sostegno alle imprese del settore che possono contare su una visibilità del Bel Paese a livello internazionale. Si è voluto racchiudere in una sintesi iconica tutto il valore dell’Italia da esportare con un messaggio che non è transitorio ma che può divenire universale e riproposto nel tempo. Enit è al fianco del Mitur per realizzare una visione unitaria e omogenea della Penisola che possa coinvolgere e supportare tutti gli attori coinvolti” dichiara la presidente e ceo Enit Ivana Jelinic.

Autore

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *