La fusione tra ITA Airways e Lufthansa si sta prolungando oltre i tempi auspicati e la previsione di avere l’ok dall’Antitrust europeo già a gennaio 2024 si allontana. L’Unione Europea, attraverso la Commissione Europea, sta attuando una rigorosa indagine antitrust per valutare l’impatto di questa operazione sul mercato che con ogni probabilità non si concluderà prima di maggio 2024 per un ulteriore approfondimento di indagine richiesto dall’autorità europea per la concorrenza.

Fasi dell’Indagine e Problemi Antitrust

La “fase uno” dell’indagine antitrust è stata notificata il 30 novembre dal MEF e da Lufthansa e prevede un’analisi iniziale di 25 giorni lavorativi. La Commissione Europea ha peró la possibilità di estendere questo periodo di altri 90 giorni lavorativi, con eventuali proroghe di 15 o 20 giorni, se necessario. Questa fase iniziale permette di valutare se l’operazione comporta rischi per la concorrenza nel mercato interno e se non ci sono particolari criticità può essere sufficiente la fase 1.

Il Ministro dell’Economia italiano, Giancarlo Giorgetti, ha peró indicato che con ogni probabilità si procederà alla “fase due” dell’indagine, suggerendo la necessità di ulteriori mesi di approfondimenti. Questa fase si concentra su questioni antitrust più complesse. Tra le preoccupazioni principali, c’è il timore che ITA e Lufthansa insieme controllino troppo traffico su alcune rotte, con monopolio nei collegamenti tra Milano e Francoforte, Stoccarda, Dusseldorf e tra Roma e Francoforte, Zurigo e Monaco di Baviera. E una netta predominanza sulla Milano Bruxelles, sulla Roma Bruxelles e sulla Milano Amburgo.

Rinuncia agli Slot

Una delle condizioni poste dalla Commissione Europea per approvare l’accordo tra ITA e Lufthansa sarebbe la rinuncia a determinati slot, con ITA che dopo aver abbandonato Malpensa dovrebbe fare delle rinunce anche su Linate. Ma Lufthansa sarebbe ancora più penalizzata: secondo i primi calcoli Lufthansa, Swiss e Brussels Air dovrebbero cedere complessivamente 13 coppie di slot (di cui 8 a Linate) mentre Ita dovrebbe rinunciare a 5 coppie (di cui 4 a Linate). Poi c’è anche preoccupazione sui collegamenti a lungo raggio di Lufthansa verso il nord America dagli hub di Lufthansa e Monaco. Slot molto lucrativi a cui difficilmente la compagnia tedesca vorrà rinunciare, anche se una condizione di questo tipo potrebbe riaprire la partita sui collegamenti da Malpensa a New York.

Tempi di Approvazione

Il completamento della fase 1 dell’indagine è previsto a metà gennaio 2024. L’apertura della fase successiva potrebbe prolungare il processo per oltre tre mesi aggiuntivi, si tratta infatti di almeno 90 giorni lavorativi, prolungabili ulteriormente. Un eventuale ok non potrebbe quindi arrivare prima di maggio 2024, ma c’è anche il rischio di doversi preparare a una bocciatura. Sicuramente questo prolungamento dei tempi non consente di fare una stagione estiva congiunta tra le due compagnie.

Autore

  • Redazione Qualitytravel.it

    Qualitytravel.it è un web magazine b2b di approfondimento su turismo, business travel, marketing ed eventi: un punto di vista autorevole sui trend di settore e un utile strumento di lavoro per tutti i lettori. Il pubblico a cui ci rivolgiamo è prettamente professionale ed è composto da tutti coloro che lavorano nella filiera del turismo e degli eventi: gestori di hotel e di location, tour operator e agenzie viaggi, dmc e tmc locali, fornitori di servizi e agenzie di organizzazione eventi, trasporti e infrastrutture, attività di ristorazione e catering, divisioni marketing, travel, eventi ed hr delle aziende. Il nostro impegno è quello di fornire un’informazione puntuale su novità e trend del settore, raccontare case study e consigli utili per l’attività quotidiana, offrire uno spaccato del mondo del lavoro e notizie di attualità su business, marketing, bandi e gare di settore.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *