APEX (Agenzia Brasiliana per la Promozione delle Esportazioni e degli Investimenti) ed Embratur (Agenzia Brasiliana per la Promozione del Turismo Internazionale) hanno tenuto un evento a Brasilia per annunciare il ritorno del logo che il Paese ha utilizzato come Marchio Nazionale tra il 2005 e il 2019, la “Marca Brasil”. La misura si colloca in un momento di avvio di una nuova strategia di riposizionamento dell’immagine del Paese incentrata sulla sostenibilità ambientale.

Creato nel 2005 dal designer e illustratore Kiko Farkas e aggiornato nel 2010, Marca Brasil è il risultato del primo piano di marketing internazionale del Brasile, il Piano Aquarela. Il logo Marca Brasil è stato progettato per mostrare i colori che compongono l’identità del Brasile. Fin dal suo concepimento, adotta il verde delle foreste; il giallo del sole, la luce e le spiagge; il blu del cielo e delle acque; il rosso rappresenta la passione delle feste popolari; il bianco rappresenta i nostri vestiti e la religione popolare. Il progetto è nato dall’ispirazione di un disegno di Roberto Burle Marx, famoso artista e paesaggista brasiliano. Il manuale dei simboli turistici brasiliani spiega che “nulla rappresenta il Brasile quanto la linea curva. La sinuosità delle montagne, l’oscillazione del mare, il disegno delle nuvole e le spiagge. La gioia del nostro popolo è carica di soggettività, e la soggettività è curva come l’oggettività è dritta. La curva avvolge e coccola, è ricettiva. Chi viene in Brasile si sente subito a casa. Il Brasile è anche un Paese luminoso, brillante e colorato”.
“Questo logo storico è stato sostituito dal precedente governo, che ha favorito l’uso di un marchio senza studio tecnico e il cui slogan aveva un messaggio inappropriato con connotazioni di turismo sessuale. La formulazione e la creazione di Marca Brasil è stata una pietra miliare nella storia del Paese, realizzata attraverso un concorso pubblico con ricerche di mercato e rigorosi criteri di selezione tecnica. E questo logo sta tornando”, spiega Marcelo Freixo presidente di Embratur.

Il presidente di ApexBrasil, Jorge Viana, sottolinea che la significativa concentrazione di biodiversità e ricchezza naturale del Brasile, unita alla responsabilità climatica, crea un’eccellente opportunità per promuovere il turismo verso altri Paesi. “Questo farà la differenza quando il Brasile verrà reinserito nell’agenda positiva del pianeta e come soluzione alla crisi climatica. Abbiamo l’attuazione della sostenibilità nei modi più diversi, soprattutto nella nostra vita”, ritiene Viana.

La nuova dirigenza di Embratur ha creato nelle proprie strutture il nuovo Dipartimento Gestione della Sostenibilità e Azioni per il Clima e si occuperà di questo tema nelle sue azioni, formulando politiche e negoziando partnership internazionali per neutralizzare le emissioni di carbonio nelle destinazioni turistiche brasiliane. Il team tecnico agirà anche per incorporare le politiche di sostenibilità in queste destinazioni.

“Il Brasile che Embratur promuoverà è il Brasile che stiamo costruendo. È un Brasile che combatte la povertà, combatte il razzismo, è sostenibile e aiuterà il mondo ad affrontare la crisi climatica. Il mondo lo capirà e vorrà farne parte. Il messaggio è: aiutateci a essere il Brasile che il mondo vuole”, ha concluso Freixo. “Per noi il turismo è parte della soluzione: è cibo nel piatto, sviluppo, reddito. Pertanto, il settore è una parte centrale della strategia di sviluppo economico e sociale del governo federale”.

USO COMMERCIALE

Il logo Marca Brazil ritorna come marchio nazionale che rappresenta il Paese nel commercio di prodotti, servizi e turismo. Verrà utilizzato nuovamente per i prodotti brasiliani destinati all’esportazione in collaborazione con APEX Brasil. Per quanto riguarda il turismo, il marchio sarà nuovamente utilizzato nelle pubblicazioni e nell’intero settore turistico, comprese le compagnie aeree, i tour operator e le agenzie di viaggio, gli hotel e le pensioni, oltre che in diversi eventi in Brasile e nel mondo.

IL MARCHIO BRASILE ATTRAVERSO IL PAESE

A complemento della cerimonia tenutasi a Brasilia, il lancio ha previsto anche la proiezione del logo nei seguenti monumenti in tutto il Brasile:

  • Cristo Redentore, in Rio de Janeiro (RJ);
  • Fontana luminosa della Torre TV di Brasilia (DF);
  • Ponte Estaiada, in Teresina (PI);
  • Ópera Arame, in Curitiba (PR);
  • Casa do Emigrante, in Cuarapuava (PR);
  • Palazzo del Governo, in Rio Branco (AC);
  • Castello della Torre Garcia D’Avilla, in Praia do Forte, Mata de São João (BA);
  • Archi di Natal Luz, in Gramado (RS);
  • Piazza del centro città, in Bonito (MS);
  • Chiesa di Santa Rita, in Paraty (RJ);
  • Palazzo della Repubblica di Palmares, in Maceió (AL).

Autore

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *