Da tempi non sospetti sosteniamo che il settore crocieristico potrebbe rappresentare la salvezza per alcuni tipi di eventi, come le convention aziendali e i team bulding: questo perché sono l’unica isola sicura in cui si accede previo tampone con un protocollo approvato e collaudato. A marzo potrebbe però succedere l’inaspettato: la nave da crociera utilizzata per i pernottamenti di un evento live e tra i più noti del panorama italiano. Si fanno infatti sempre più insistenti le voci che vogliono l’utilizzo di Costa Smeralda per il Festival di Sanremo 2021, in programma dal 2 al 6 marzo, quanto meno per ospitare il pubblico e gli artisti in un ambiente sicuro. Si tratterebbe alla fine di poco più di 400 persone che potrebbero restare in una bolla isolata dopo aver fatto il tampone, per poi arrivare al Teatro Ariston con dei transfer sottoposti ad altri controlli rigidi.

Una notizia che non farà piacere agli albergatori della zona, ma la trattativa è stata confermata dallo stesso Amadeus, conduttore della kermesse, che ha dichiarato in un’intervista radio: “Teniamo assolutamente in considerazione l’idea di una nave da crociera. Ho sempre detto che non si può fare Sanremo senza pubblico, altrimenti non sarebbe una rinascita, sarebbe un Sanremo sotto Covid. Bisogna organizzarsi bene per far sì che sia un pubblico sotto controllo, probabilmente sempre lo stesso”.

Condividi: