Sono tanti, diversi e sempre molto ambiti: sono i Green Travel Award del GIST, Gruppo Italiano Stampa Turistica, consegnati, come d’abitudine, alla BIT 2024.
Nato da un’idea delle giornaliste Sabrina Talarico, presidente del GIST, e Diana de Marsanich, presidente di GTA, il prestigioso riconoscimento è destinato alle migliori realtà italiane e straniere della ricettività e mobilità turistica, che sposano una filosofia rispettosa dell’ambiente.
Cinque le categorie oggetto di valutazione e selezionate dalla giuria: 1) Best Green Destination (Italia ed Estero); 2) Best Green Accommodation (Italia ed Estero); 3)
Best Green Family Eco-Hotel; 4) Best Green Tour Operator; 5) Best Practice Mobilità. A queste si aggiunge una Menzione d’onore dedicata al Decennio delle Scienze del Mare per lo Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite (2021-2030), coordinato da IOC-UNESCO.

Ecco tutti gli award:

  • Riomaggiore in Liguria, borgo delle Cinque Terre, ha vinto come Best Green Destination Italia, e annuncia la riapertura della via dell’Amore. A ritirare il premio il sindaco Fabrizia Pecunia, che è anche membro del Consiglio direttivo del Parco Nazionale delle Cinque Terre.
  • Per la Germania, Best Green Destination estero, ci sono Agata Marchetti,Direttrice ad interim dell’Ente Nazionale Germanico per il Turismo, e Anna Malagoli, PR Manager Ente Nazionale Germanico per il Turismo. Un premio che non stupisce perché da diversi anni la Germania ha fatto del turismo sostenibile la sua bandiera
  • La Best Green Accommodation Italiava a Rifugio di Mare, ex caserma militare vicino ad Alghero, in Sardegna, trasformata in un punto ristoro con prodotti a km zero e foresteria con sette camere modulabili, alimentato a energia solare. Ritira il premio Doris Zaccaria, responsabile comunicazione e marketing presso Il Quinto Elemento Società Cooperativa.
  • Il Constance Lemuria di Praslin, alle Seychelles è la Best Green Accommodation estero; il resort si impegna a ridurre gli sprechi e investire in progetti a sostegno della comunità locale, e lascia selvaggia la lunga spiaggia di Anse Kerlan per tutelare le tartarughe che qui vengono a deporre le uova. Barbara Gajotto Head of Sales and Marketing – Italy, North & South America di Constance Hotels & Resorts, accompagnata da Viviana Pepe di MNcomm hanno ritirato il premio.
  • In Vietnam c’è il Best Green Family Eco-Hotel, l’Avana Retreat Mai Chau, un resort di lusso che si affaccia sulle risaie a terrazza nel territorio delle etnie Thai, Muong e H’mong. La struttura, che organizza passeggiate nella natura e corsi per conoscere la cultura locale, reinveste una parte dei guadagni in progetti di sostenibilità o per la comunità locale. Il premio è stato ritirato da Marco Innocenti, Managing Director di HTMS International, e rappresentante di Easia Travel e Avana in Italia.
  • Ruta40 di aggiudica il premio per il Best Green Tour Operatorperché dal 2002 promuove un turismo consapevole nel rispetto delle comunità locali. Gli obiettivi principali sono la riduzione dell’impatto delle attività turistiche sull’ambiente e la salvaguardia dei territori sia dal punto di vista naturalistico sia sociale ed economico. Inoltre Ruta40 sostiene la Onlus Amici di Huaycan in Perù che aiuta i bambini in difficoltà e promuove la scolarizzazione e la Fondazione Akbaraly,in Madagascar, che lotta contro la povertà estrema. Sul palco Roberto Pasqua di Bisceglie, ceo di Gabbiano Livingston Tour Operator e Ruta40, e Cinzia Catalfamo Akbaraly, presidente della Fondazione Akbaraly.
  • Il Best Practice Mobilità va a KLM la più antica compagnia aerea al mondo, che dal 2018 è attiva con diversi progetti sulle tematiche ambientali con benefici a livello collettivo per sensibilizzare e ridurre l’inquinamento. Il nuovo premio è stato vinto con il progetto Adotta una ciclabile e ritirato da Cristina Lazzaroni, Coordinatrice Sostenibilità KLM per l’Italia.
  • La Menzione d’onore Decennio delle Scienze del Mare per lo Sviluppo Sostenibile (2021-2030), è stata assegnata alla Wild Atlantic Way, la strada costiera lunga 2.500 chilometri in Irlanda, per l’attività di ricerca e di valorizzazione delle alghe e ritirata da Ornella Gamacchio, Publicity Coordinator per Turismo Irlandese.
Condividi:

Di Roberta F. Nicosia

Laureata in Geografia, giramondo e appassionata di fotografia, Roberta F. Nicosia parla quattro lingue ed è la nostra inviata speciale. A dieci anni, complice la copia di National Geographic che ogni mese trovava sulla scrivania e i filmini Super8 del papà, sapeva già dove erano il Borobudur, Borocay o Ushuaia e sognava di fare il reporter. Sono suoi quasi tutti gli articoli sulle destinazioni e le foto apparsi sul nostro Magazine. Dopo una parentesi con ruoli manageriali nel campo della comunicazione e dell’advertising, si è dedicata alla sua vera passione e negli ultimi vent’anni ha collaborato con riviste leisure come Panorama Travel, D di Repubblica, AD, specializzandosi poi nel MICE con reportage di viaggio, articoli su linee aeree e hotellerie. È stata caporedattore e direttore di diverse riviste di questo settore, e ha pubblicato una trentina di Guide Incentive con la collaborazione degli Enti del Turismo italiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *