Il Palacongressi di Rimini primo a ospitare un evento ibrido post covid-19

È stata una ripartenza nel segno dell’innovazione e della sicurezza, la prova concreta che si può fare. Con la tre giorni di formazione del Web Marketing Festival – la manifestazione di Search On che si è svolta in forma ibrida dal 4 al 6 giugno al Palacongressi di Rimini – possiamo dire che si è aperta la fase del dopo emergenza Covid-19 in Italia per il settore congressi. Un successo per gli organizzatori del WMF e da Italian Exhibition Group che hanno reso possibile il lancio del nuovo format di evento ibrido, utilizzando la location del Palacongressi come studio televisivo. Tutto ciò, proprio mentre la Regione Emilia-Romagna dava il via libera alla possibilità, dal 15 giugno, di svolgimento delle attività congressuali nelle modalità tradizionali. Una bella iniezione di fiducia.

Uno studio televisivo in piena regola, con regia, tecnici, operatori attenti ad ogni dettaglio, dalla cura delle luci al cambio immagine, e con tanto di stacco musicale. Ogni giorno, dal Mainstage allestito nella Sala del Tempio del Palacongressi di Rimini sono partiti i collegamenti live – condotti da Cosmano Lombardo, CEO di Search On e ideatore del format WMF – che hanno permesso di seguire gli interventi di numerosi ospiti presenti in studio: dal giornalista Andrea Scanzi a Gessica Notaro, al pm antimafia Giuseppe Lombardo, a Lo Stato Sociale.

Grazie all’avanzata tecnologia e alla qualità della rete del Palacongressi la parte formativa del WMF ha potuto svolgersi completamente on line, con i collegamenti in streaming trasmessi ogni giorno da una decina di sale, allestite al primo piano della location congressuale, dove si sono alternati circa 200 moderatori. A garantirne il funzionamento una équipe del WFM attiva dalla Sala della Fontana del Palacongressi che ha seguito ogni aspetto del collegamento in streaming compresi i contatti con gli utenti e i servizi di traduzione.

“Diffondere l’innovazione è possibile grazie alla collaborazione che, come quella di lunga data con il Palacongressi di Rimini, ci ha permesso di realizzare questa prima edizione ibrida e diffusa del Festival. Siamo molto soddisfatti della riuscita dell’evento e che il WMF abbia fatto da apripista per un nuovo format di eventi.” ha dichiarato Cosmano Lombardo.

Almeno una settantina di persone, tra personale IEG, personale WMF e ospiti, ogni giorno hanno varcato la soglia del Palacongressi nella massima sicurezza, garantita da percorsi definiti per il migliore utilizzo della struttura, dall’utilizzo di termoscanner, mascherine, diffusione di igienizzanti e monitoraggio costante in tutte le fasi dell’evento.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *