Il viaggio impossibile: da Mistral Tour un itinerario nelle due Coree

Può essere definito “il viaggio dei viaggi” perché non esiste oggi al mondo una realtà comparabile alla Corea del Nord. Un paese che custodisce una condizione storica, politica, economica e sociale unica che solo una visita in questo paese permetterà di cogliere. Un luogo ad elevato impatto emotivo. Ma non si può capire la Corea se se ne visita solo una parte ed è così che Mistral Tour, brand di Quality Group, ha creato una combinazione molto particolare, dedicata a chi è curioso di conoscere e capire che fino a poco tempo fa era impossibile anche solo da pensare: andare dalla Corea del Nord alla Corea del Sud.

DUE COREE

Fino a settant’anni fa erano una sola nazione. Oggi la Corea del Nord è lo stato totalitario più assoluto al mondo e da poco il Paese si affaccia al turismo offrendo un’esperienza di scoperta sicuramente insolita. Dall’imponente capitale Pyongyang, ai monumenti e opere dedicate ai Grandi Leader, dalle riserve naturali a beni patrimonio Unesco, dalla bellezza naturale delle colline, delle montagne, fino ai laghi e al mare sono tante le opportunità per visitare la Corea del Nord ma quello che più colpisce di questo paese è la cultura e la fierezza del popolo che vi abita. La Corea del Sud si presenta con bellissime sfaccettature: la capitale Seoul, che non è solo patria della tecnologia ma anche culla dell’antichità, con tracce delle dinastie regnanti, una natura rigogliosa, composta da montagne e mare, e con patrimoni Unesco. L’inizio della distensione tra i due paesi ha permesso a Mistral di creare un itinerario che svela entrambi i lati della medaglia.

NOVITÀ 2019: UN UNICO VIAGGIO

Mistral Tour ha creato un itinerario individuale che prevede la visita delle due Coree evitando il doppio passaggio da Pechino, punto di interscambio per varcare i confini, facendo approcciare la Corea del Sud in modo diverso, con piacevoli collegamenti via mare da Dandong, donando anche una prospettiva diversa del paese.
Si vola da Milano e Roma su Pechino, dove si ritira il visto d’ingresso in versione originale. Si parte alla volta di Pyongyang, dove si trascorrono 3 notti, per una visita approfondita della Capitale a seguire 1 notte a Kaesong e 1 notte a Myoyangsan. Si prosegue in treno verso la Manciuria, pernottando a bordo. Da lì ci si imbarca sul traghetto che porta a Incheon, nella Corea del Sud. Nella quarta economia asiatica si rimane 5 notti, scoprendo la selezione di luoghi ed esperienze più rappresentativi del Paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *