La società tedesca Numa Group ha scelto l’italiana Domorental per disporre tramite il noleggio operativo di programmi, arredi, impianti e sistemi di domotica. E’ stata siglata la partnership tra l’azienda teutonica, headquarter a Berlino, operatore digitale e sviluppatore tecnologico nell’ambito dell’ospitalità, specializzato nella gestione di hotel di design e affitti brevi, e quella milanese, che ha importato dagli Usa in Italia il modello del performance renting, che consente di trasformare qualunque bene in un servizio (asset as a service è il pay off), ossia di noleggiare prodotti, macchinari e servizi attraverso il pagamento di un canone ricorrente, senza intaccare il capitale circolante e ricorrere al finanziamento bancario.
Numa, che in Europa conta tremila camere ed è presente, oltre che nel nostro Paese, in Spagna, Germania, Portogallo, Norvegia, Repubblica Ceca e Austria, ha appena firmato con LaSalle Investment Management una partnership per un piano di sviluppo paneuropeo di 500 milioni di euro. La società teutonica ha aperto quattro nuove strutture in Italia: due nel centro di Milano – in via Camperio, a pochi passi dal Duomo e dal Castello Sforzesco e in via Passarella a 300 metri da Palazzo Reale e dal Duomo -; due nella capitale: in vicolo del Leonetto in centro e l’altra a Trastevere. Domorental realizza progetti chiavi in mano principalmente nelle aree di business: Proptech, Energy Transition, Circular Economy, Agritech, Smart Cities, MedTech, Intelligence Industry, Security software anche in iCloud.

Jahim Bensoltane

“La strategia e il nostro business – spiega Jahim Bensoltane, Head of Finance di Numa – sono basati sulla tecnologia e la digitalizzazione: fino ad 80% dei servizi è digitalizzato. Il renting (noleggio operativo) rappresenta un costo, mentre il leasing è un debito. Tutto ciò consente di ottenere una working capital efficiency, noleggiando un bene rimane capitale circolante nelle casse dell’azienda che può realizzare nuovi investimenti. I beni strumentali, in questo modo, non hanno di per sé valore ma diventano un acceleratore della crescita. Per fare tutto questo è necessario una velocità e una visione di intenti di business comune. L’utilizzatore del noleggio operativo e la società che lo realizza devono in un certo senso condividere gli ambiti di investimento a maggior potenzialità di profitti.”

Claudio Mombelli

“Nell’epoca della subscription economy – afferma Claudio Mombelli, CEO Domorental, un’esperienza di lungo corso ai vertici di captive finanziarie sia all’estero che in Italia di aziende quotate come Compaq Computer Corporation, Hewlett-Packard, Acer, Esprinet e start up per il renting ICT nella GDO e nei canali online – clienti e consumatori passano, in una prospettiva win win di reciproco vantaggio, dalla logica del possesso di un prodotto a quella dell’utilizzo. I vantaggi del noleggio operativo sono evidenti. L’azienda non spende e non si indebita, ma, pagando un canone, ha liquidità in portafoglio da investire. Da sottolineare che il noleggio operativo è diverso dal leasing, il primo a bilancio viene registrato nella voce costi, il secondo (il leasing) come debito. Nel dettaglio dei vantaggi per l’utilizzatore: sostenibilità economica dell’investimento senza indebitamento, durata flessibile e non vincolata dell’ammortamento, trasformazione da capex a opex dell’investimento, nessun bene a cespite della gestione amministrativa degli ammortamenti, maggior equilibri della Posizione Finanziaria Netta (PFN) e miglioramento degli indici di bilancio, mantenimento del capitale circolante per investimenti correnti. Anche il fornitore, il produttore del bene, ne trae vantaggio, conseguendo qualificazione del servizio, supporto alla vendita e fidelizzazione del cliente, supporto finanziario, immediata disponibilità dell’importo relativo alla fornitura del bene senza rischi di credito o dilazioni di pagamento, possibilità di negoziazione con l’utilizzatore passando dalla logica dal prezzo di fornitura a quella del costo di utilizzo”.

Autore

  • Redazione Qualitytravel.it

    Qualitytravel.it è un web magazine b2b di approfondimento su turismo, business travel, marketing ed eventi: un punto di vista autorevole sui trend di settore e un utile strumento di lavoro per tutti i lettori. Il pubblico a cui ci rivolgiamo è prettamente professionale ed è composto da tutti coloro che lavorano nella filiera del turismo e degli eventi: gestori di hotel e di location, tour operator e agenzie viaggi, dmc e tmc locali, fornitori di servizi e agenzie di organizzazione eventi, trasporti e infrastrutture, attività di ristorazione e catering, divisioni marketing, travel, eventi ed hr delle aziende. Il nostro impegno è quello di fornire un’informazione puntuale su novità e trend del settore, raccontare case study e consigli utili per l’attività quotidiana, offrire uno spaccato del mondo del lavoro e notizie di attualità su business, marketing, bandi e gare di settore.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *