Tutto pronto per la crociera inaugurale della nuova ammiraglia Costa Toscana, seconda nave alimentata a LNG di Costa Crociere. La prima crociera di Costa Toscana, in partenza il 5 marzo da Savona, prevede un itinerario di una settimana che visiterà Marsiglia, Barcellona, Valencia, Palermo e Civitavecchia/Roma. Dopo il suo debutto, la nuova ammiraglia rimarrà posizionata nel Mediterraneo occidentale sino a fine novembre con crociere che faranno scalo a Savona, Civitavecchia/Roma, Napoli, Ibiza, Valencia, Marsiglia, mentre durante la stagione autunnale Palma de Maiorca prenderà il posto di Ibiza.

Costa Toscana si è già fatta conoscere a milioni di italiani con la sua presenza al Festival Sanremo, di cui era quasi un prolungamento. Un’operazione di marketing che ha avuto un risultato incredibile, come molte altre studiate in questi ultimi mesi, a partire dal rebranding di ottobre.

Anche il nuovissimo spot – quello col piccolo Leo che non vuole tornare a casa e piange perché ha dovuto lasciare la nave – che sarà on air ancora il prossimo mese, è davvero innovativo. Un filmato vero che ha generato migliaia di visualizzazioni sui social, che ben rappresenta quello che vuole trasmettere Costa: l’emozione.

Carlo Schiavon alla presentazione alle agenzie di viaggio

Nei giorni immediatamente precedenti alla crociera inaugurale il management ha incontrato a bordo di Costa Toscana la stampa e gli agenti di viaggio. Carlo Schiavon, Country Manager Italia di Costa Crociere, li chiama partner. «Questa parola non è scelta a caso», – esordisce Schiavon. – «Il partner è una persona che aiuta un’altra persona a effettuare delle attività che richiedono nel loro svolgimento la partecipazione di entrambi». E continua ringraziando le agenzie, senza le quali non sarebbe stato possibile andare da nessuna parte.

Molto apprezzati dalle Adv sono stati il Contratto Valore e la semplificazione del pricing, con le tariffe My Cruise, All Inclusive e Super All Inclusive. Queste ultime due hanno totalizzato l’85% del venduto, a dimostrazione che il prodotto si sta evolvendo e si rivolge a una clientela più matura, che vuole avere il massimo dalla sua crociera e sa apprezzare le novità di prodotto. Come ad esempio il Cruise & Golf, contemplata attualmente a bordo di Costa Smeralda, che permette agli appassionati di questo sport di avere un pacchetto che include 3 o 4 green fee, la priorità in uscita dalla nave e un servizio che prevede il transfer da e per il campo.

Tra le altre novità c’è la collaborazione con National Geographic Expeditions che propone delle escursioni non convenzionali, fuori dai sentieri battuti, accompagnate da un esperto, che può essere un fotografo, un archeologo, un enologo o un biologo, secondo gli itinerari. Escursioni rivolte a un pubblico disposto a spendere un po’ di più per un’esperienza di alto valore culturale. A proposito delle escursioni a terra, Roberto Alberti, senior Vp e Cco, ha confermato che stanno lavorando con le autorità per alleggerire i protocolli a partire dal primo aprile, e ritornare alle escursioni in libertà.

Anche la possibilità di sperimentare a bordo di Costa Toscana (e della gemella Costa Smeralda) una cena gourmet preparata da chef stellati è un’opportunità unica: il ristorante Archipelago propone tre menu di cinque portate studiate da Bruno Barbieri (sette stelle Michelin), dalla francese Hélène Darroze (cinque stelle) e dallo spagnolo Ángel León (tre stelle).

Il ristorante gourmet Archipelago

Nell’incontro con la stampa, Schiavon ha confermato molte cose interessanti. In primis che a partire dall’estate l’intera flotta sarà in servizio con oltre 1800 crociere a disposizione e itinerari da 3 a 127 giorni di durata.  Undici navi saranno operative tra Mediterraneo occidentale, Mediterraneo orientale e Nord Europa, (che riparte dopo due anni di fermo) mentre la dodicesima, Costa Serena, sarà in servizio in Giappone. A proposito del Nord Europa è stato confermato che le due navi che prevedevano una sosta a San Pietroburgo hanno cancellato questo scalo, e lunedì saranno ufficializzati gli scali alternativi.

La seconda cosa positiva è il ritorno dei Caraibi nella programmazione invernale, così come gli Emirati Arabi (ma senza l’Arabia Saudita, ndr), mentre per quello che riguarda l’estate, molta enfasi è stata portata sulla nave che sarà posizionata a Istanbul, dove tra l’altro si prevede una sosta di due notti. Il che corrisponde alla filosofia di Costa Crociere che, con il rebranding di ottobre, vuole sottolineare l’importanza delle visite a terra nell’ambito della crociera.

Schiavon ha anche sottolineato che il grado di soddisfazione dei clienti è stato in netta crescita anche durante la pandemia, e che per ora la guerra in corso in Ucraina non ha fatto segnare battute d’arresto. Nonostante la preoccupazione, quindi, uno scenario che si prospetta positivo, soprattutto grazie alla collaborazione sempre più stretta con le agenzie di viaggio selezionate. Che sono circa seimila dopo la cancellazione di 2000 codici ad agenzie che – nonostante il grande impegno del gruppo in termini di webinar, corsi di formazione, fam trip e fornitura di servizi – non hanno prodotto risultati degni di significato. Tra le novità per le adv la nuova promozione Carta Giovani dai 18 ai 35 anni, che prevede uno sconto del 10%, e la Formula Follow Me che invita gli agenti a partire in vacanza con i loro migliori clienti, grazie a quel rapporto di fiducia che si instaura tra il consulente e il cliente stesso. Con vantaggi crescenti secondo il numero di cabine vendute.

Autore

  • Roberta F. Nicosia

    Laureata in Geografia, giramondo e appassionata di fotografia, Roberta F. Nicosia parla quattro lingue ed è la nostra inviata speciale. A dieci anni, complice la copia di National Geographic che ogni mese trovava sulla scrivania e i filmini Super8 del papà, sapeva già dove erano il Borobudur, Borocay o Ushuaia e sognava di fare il reporter. Sono suoi quasi tutti gli articoli sulle destinazioni e le foto apparsi sul nostro Magazine. Dopo una parentesi con ruoli manageriali nel campo della comunicazione e dell’advertising, si è dedicata alla sua vera passione e negli ultimi vent’anni ha collaborato con riviste leisure come Panorama Travel, D di Repubblica, AD, specializzandosi poi nel MICE con reportage di viaggio, articoli su linee aeree e hotellerie. È stata caporedattore e direttore di diverse riviste di questo settore, e ha pubblicato una trentina di Guide Incentive con la collaborazione degli Enti del Turismo italiani.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *