Paola Cosimi, Destination manager di Latium Experience, associazione mista pubblico-privato nata per promuovere e commercializzare i flussi turistici e Mice di 12 Comuni del Lazio – Latina, Aprilia, Maenza, Pontinia, Priverno, Prossedi, Sabaudia, San Felice Circeo, Ventotene (tutti in provincia di Latina), Pomezia, Colleferro e Guidonia Montecelio (della città metropolitana di Roma) – è in partenza per l’ITB di Berlino, la grande fiera turistica mondiale in programma nella capitale tedesca dal 7 al 9 marzo, che segnerà il debutto della DMO sul proscenio internazionale.

«Ci andremo con Enit», racconta, «e abbiamo già un calendario fitto per i prossimi mesi: Tourisma a Firenze dal 24 al 26 marzo, che ci consentirà di porre in evidenza il nostro patrimonio archeologico e culturale, incluse le città di fondazione e i musei di Pomezia, Latina e Priverno; il 29 marzo l’appuntamento online TravelBike, dedicato al cicloturismo; e Agritravel a Bergamo dal 30 marzo al 2 aprile, sul turismo esperienziale a contatto con la natura, cui parteciperemo insieme alla Regione Lazio».

Nata a febbraio 2022, la DMO ha ricevuto i primi fondi lo scorso giugno. «A quel punto ci siamo mossi tenendo come bussola la creazione di una rete fra tutti i nostri Comuni. Abbiamo preparato un piano di marketing per la destinazione nel suo complesso, creato una brand identity, un marchio unico e un’impostazione condivisa per la comunicazione. Abbiamo avviato i canali social, impostato una campagna fotografica ad hoc, partecipato alla prima fiera (il TTG, a Rimini), e abbiamo sponsorizzato i primi programmi delle città di fondazione, cioè acquistato campagne sui social media, attraverso le quali le nostre agenzie di viaggio hanno creato pacchetti per i tour».

Dalla prossima settimana partiranno anche i programmi di cicloturismo: sono itinerari tra Roma e San Felice Circeo lungo la costa e da Roma a Priverno nell’entroterra. «In particolare stiamo gestendo il primo gruppo di cicloturisti norvegesi che da Roma si fermeranno a Priverno a dormire; li abbiamo messi in contatto con gli agriturismi della zona, con i musei e con ogni altra attività di loro interesse. Ciò è coerente col nostro volerci posizionare quale trait d’union fra domanda e offerta, un one-pit-stop chiavi in mano per chiunque voglia visitare le nostre terre. Non per nulla disponiamo di una piattaforma on line di e-commerce, così che ciascun socio possa vendere direttamente i propri prodotti e servizi». Infine, da ricordare la mappatura degli itinerari per i cicloturisti in partenza sia da Fiumicino sia dal centro di Roma.

In primavera una selezione di giornalisti specializzati in turismo sarà invitata a un viaggio stampa in cui verranno mostrati tutti gli atout della destinazione, sale congressi incluse. Informazioni saranno fornite nei prossimi mesi. La prossima estate verranno organizzati numerosi eventi sul territorio, specie dal lato dei monti Lepini.

Ma è soprattutto un progetto di natura “politica” a tener banco in queste settimane. «Stiamo lavorando con le altre DMO del Lazio a una proposta di completamento della norma sul sistema turistico laziale per favorire la presenza e la sostenibilità delle DMO quale parte in causa del piano turistico triennale. Vogliamo poter dare il nostro contributo in sede di definizione del piano e stiamo cercando di quagliare in tal senso in tempi brevi».

Autore

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *