L’iconico locale notturno milanese e location per eventi Old Fashion Cafè chiuderà definitivamente il 31 dicembre 2023, segnando la fine di un’era per la vita notturna della città. Questa storica discoteca, situata in viale Alemagna, aprirà solo virtualmente il panettone il primo dell’anno, dato che dal 1° gennaio 2024 i gestori dovranno svuotare i locali e riconsegnarli alla proprietà. La decisione di chiusura è stata presa dalla Triennale di Milano, proprietaria dell’immobile, che già nel 2019 aveva annunciato di non rinnovare il contratto d’affitto con la società gestrice dell’Old Fashion. Questa decisione è stata influenzata da alcuni incidenti avvenuti fuori dal perimetro del locale, tra cui un accoltellamento nel 2018 e una denuncia di violenza sessuale nel 2019.

L’Old Fashion, con oltre 70 anni di storia, ha ospitato non solo eventi mondani, ma anche celebrità internazionali del calibro di George Clooney, Whitney Houston, Justin Bieber, Ronaldo, Naomi Campbell, Leonardo DiCaprio, Paris Hilton, Jean-Claude Van Damme, Jamie Foxx e Marilyn Manson. Tuttavia, è stato anche un punto di riferimento per il pubblico universitario milanese, soprattutto con la sua serata del mercoledì, diventata un appuntamento fisso per gli studenti con le “Serate Internazionali”

La storia dell’Old Fashion inizia nel dopoguerra, con l’edificio che lo ospita risalente al 1933, progettato da Giovanni Muzio. Originariamente era un circolo ricreativo per gli ufficiali tedeschi durante l’occupazione nazista. Negli anni ’50, con il nome di Trianon, divenne un punto di riferimento per gli amanti del rock’n’roll, ospitando anche la trasmissione “Lascia o raddoppia” condotta da Mike Bongiorno. Il nome Old Fashion arriva negli anni ’70, ispirato da un popolare cocktail. Dopo vari cambi di gestione e stile, nel 1995 il locale subì una ristrutturazione significativa che lo portò alla sua forma attuale. Nel 2006, ha ricevuto il riconoscimento di “negozio di rilevanza storica” sia dal Comune di Milano che dalla Regione Lombardia. Attualmente, non è ancora chiaro cosa prenderà il posto di questo storico locale, che ha lasciato un segno indelebile nella storia culturale e notturna di Milano, si spera in una nuova location per eventi.

Condividi:

Di Domenico Palladino

Domenico Palladino è editore, consulente marketing e formatore nei settori del travel, della ristorazione e degli eventi. Dal 2019 è direttore editoriale di qualitytravel.it, web magazine trade della travel & event industry. Gestisce inoltre i progetti editoriali di extralberghiero.it, dedicato agli operatori degli affitti brevi e cicloturismo360.it, per gli amanti del turismo su due ruote. Ha pubblicato per Hoepli il manuale "Digital Marketing Extra Alberghiero". Laureato in economia aziendale in Bocconi, indirizzo web marketing, giornalista dal 2001, ha oltre 15 anni di esperienza nel travel. Dal 2009 al 2015 è stato web project manager del magazine TTG Italia e delle fiere del gruppo. Dal 2015 al 2019 è stato direttore editoriale di webitmag.it, online magazine di Fiera Milano Media dedicato a turismo e tecnologia, poi ceduto a Quine - LSWR edizioni. Per contattarlo: domenico.palladino@qualitytravel.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *