In onda da oggi, 19 gennaio, la nuova campagna pubblicitaria multicanale di MSC Crociere con il claim Discover the future of cruising.
Emblematico il fatto che lo spot, lanciato in 30 Paesi contemporaneamente su tutti i media tradizionali e digitali, sia incentrata sulla sostenibilità, uno dei tre pilastri su cui punta la compagnia che vuole mostrare concretamente il suo impegno a favore dell’ambiente.
Un percorso molto ambizioso – che mira ad operazioni a impatto zero entro il 2050 per quello che riguarda le emissioni di CO2 – che è iniziato con il varo della motonave MSC World Europa, battezzata a Doha lo scorso novembre. Si tratta di un punto di partenza, ma attualmente l’LNG, il Gas Naturale Liquefatto, è il combustibile fossile più pulito disponibile su larga scala,in grado di ridurre le emissioni di zolfo di oltre il 99%, quelle di azoto dell’85% e quelle di anidride carbonica del 25%, eliminando inoltre quasi totalmente le emissioni di particolato.

MSC World Europa. Photo credit: Bernard Biger/Chantiers de l’Atlantique

Come ha sottolineato il Managing Director di MSC Crociere, Leonardo Massa, durante la presentazione delle novità della compagnia ad un folto pubblico di agenzie e giornalisti, MSC ha già ridotto la propria intensità di emissioni di anidride carbonica del 35% dal 2008 ad oggi, sulla scia di quanto previsto dalla International Maritime Organisation (IMO), che ha fissato l’obiettivo di ridurre del 40% le emissioni entro il 2030. Ma la sostenibilità si declina in altri numerosi aspetti: dall’illuminazione a LED ad alta efficienza energetica al sistema di riscaldamento, ventilazione e condizionamento dell’aria che si autoregola in base alle condizioni atmosferiche e al numero di passeggeri a bordo, dagli impianti di produzione dell’acqua con sistemi di osmosi inversa al trattamento delle acque reflue, dalla gestione dei rifiuti e dei materiali riciclabili alle vernici speciali che rallentano la crescita degli organismi marini, riducendo così la resistenza aerodinamica e migliorando l’efficienza energetica.
Esempio concreto dell’impegno nella protezione degli habitat marini è l’ormai nota Ocean Cay, l’isoletta privata della compagnia alle Bahamas, un tempo sito industriale per lo scavo di sabbia, dove sorgerà il nuovo Centro di Conservazione Marina della MSC Foundation. Uno degli obiettivi del centro è quello di lavorare in collaborazione con un team di accademici ed esperti ambientali per identificare specie e genotipi di corallo resistenti in grado di sopravvivere all’aumento delle temperature oceaniche.

Per quello che riguarda la flotta, che è il secondo pilastro della compagnia, nel 2023 si raggiungerà il traguardo delle 22 unità con l’arrivo a giugno di MSC Euribia, la seconda nave di MSC Crociere alimentata a LNG che, come la MSC World Europa ha richiesto un investimento superiore a 1 miliardo di euro. La terza nave della flotta alimentata a gas naturale liquefatto, MSC World America, che ha richiesto anch’essa un investimento superiore a 1 miliardo, è attualmente in costruzione e sarà consegnata nel 2025.
Nel 2023 si attende anche il debutto del brand Explora Journey, con Explora I, la nave extralusso da 481 suite che inaugura un nuovo corso, quello delle crociere dedicate a una clientela alto spendente ed esigente che ha già visto un importante step nella creazione a bordo delle ultime navi della compagnia dello Yacht Club, una nave nella nave che in totale conta già 1600 cabine suddivise fra verie unità.
Massa ha concluso il suo intervento sottolineando l’importanza del mercato italiano, che vedrà nel 2023 la movimentazione di 4 milioni di crocieristi e la toccata di mille porti in un anno.

È poi la volta di Luca Valentini, Direttore commerciale di MSC Crociere, che presenta la programmazione crocieristica 2023/2024 e le nuove destinazioni, il terzo pillar di MSC, che anche in questo settore vuole portare innovazione come le crociere in partenza da New York a partire dal mese di aprile, con i Caraibi d’inverno, le Bermuda in estate e il New England e il Canada durante la stagione del foliage. Altra novità, sempre da aprile, il grande ritorno del Giappone con crociere in partenza da Yokohama. Il manager ha poi ricordato come MSC sia leader in Nord Europa, con una nave operativa anche nella winter, nel Golfo Persico, con scali nei fiordi e a Muscat, mentre il Mar Rosso oltre all’Egitto propone scali anche in Giordania, con la visita di Petra, e in Arabia Saudita, con i nuovi siti archeologici aperti da poco, tra cui Alula.
Conclude la presentazione Andrea Guanci, Direttore marketing di MSC Crociere, che ha illustrato i piani strategici multicanale per il posizionamento del brand nel corso della prossima stagione, tra progetti di comunicazione, partnership, come quello con il campionato di Formula 1, e content strategy.

Andrea Guanci presenta i progetti di comunicazione. © R. Nicosia
Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *