Professionalità e competenze consolidate e attuali da condividere e da trasmettere alle nuove generazioni in maniera inedita. Questo il leitmotiv della riunione tenuta dal 26 al 28 maggio da EHMA (European Hotel Managers Association) Italian Chapter in un luogo straordinario, in cui appunto tradizione e innovazione sorprendentemente convivono ed attendono di essere scoperte e valorizzate: la Calabria e più precisamente Capo Vaticano.

Dopo una prima parte dedicata agli affari istituzionali dell’EHMA, il Delegato Nazionale dell’Italian Chapter Ezio Indiani, General Manager dell’Hotel Principe di Savoia di Milano, ha dato la parola al socio Roberto Cappelletto, GM del Villa Cortine Palace di Sirmione, come leader del Comitato per l’Innovazione, composto inoltre da Damiano De Crescenzo, Direttore Generale Planetaria Hotels, e Giuseppe Mariano, Direttore Generale Vestas Hotels & Resorts con il supporto di Ivan Artolli, Managing Director Hotel de Paris di Montecarlo e Giuseppe Rossi, GM dell’Hotel Splendide Royal di Lugano. Nuova entry nel comitato Antonello de Medici, GM Hotel Danieli di Venezia, che a sua volta formerà un gruppo di lavoro al fine di collegare l’EHMA all’arte e alla cultura italiane, in particolare ad importanti musei e teatri sul territorio nazionale.

La prima sessione del progetto “Mentor me 2016/2017” si è conclusa in maniera molto positiva. Il mentore è un professionista esperto che interagisce con un “mentee” – una persona con meno esperienza – per farne progredire la carriera ed ampliare il suo network. “I giovani hanno bisogno di supporto per crescere – ha precisato Cappelletto – Il confronto con professionisti che hanno esperienza sia dei periodi precedenti che delle nuove tecnologie è fondamentale per il loro sviluppo. Il lavoro svolto è stato di beneficio non solo per i mentee, ma anche per i mentor, che sono stati ripagati da esperienze veramente stimolanti”. La prima sessione ha coinvolto 14 mentor e altrettanti mentee e la seconda è in fase di preparazione.
Ancora in tema di formazione, il socio Franco Ensoli, titolare di Propenso, ha illustrato un progetto rivolto ai diplomandi degli Istituti Alberghieri, a cui trasmettere i principi fondamentali dell’accoglienza per indirizzarli al meglio sulla via da seguire in modo da costruire un percorso professionale significativo e gratificante.

Il socio Palmiro Noschese, Managing Director Italy di Meliá Hotels International, a capo del Gruppo Istituzioni, ha quindi informato i colleghi degli aggiornamenti apportati al premio Direttore dell’Anno, primo fra tutti l’inserimento del voto unico dei soci all’interno della Giuria.

Chi se non Fausto Arrighi, mitico Direttore della Guida Michelin dal 2005 al 2012 e ancora attivo nel mondo della ristorazione, forte di un’esperienza ineguagliabile di 9.000 ristoranti e 22.000 alberghi visitati, poteva parlare dell’Evoluzione della ristorazione d’albergo? La Guida Michelin, creata in Francia nel 1896 dai fondatori dell’omonima azienda francese per suggerire ai primi avventurosi voituriers dove trovare benzina, meccanici, gommisti e anche dove mangiare e dormire, ha avuto nel tempo il grande successo che tutti conosciamo. Anche la storica guida sta vivendo la transizione dal cartaceo al digitale, puntando sempre però sui suoi punti cardine: qualità dei prodotti, cotture, profumi, presentazione dei piatti e continuità.

La pasta, mito italiano, come l’ha definita Vincenzo Villani, tecnologo della De Cecco, nel suo intervento, è stata dichiarata nel 2010 “Intangibile Cultural Heritage of Humanity” dall’UNESCO incoronandola regina della dieta mediterranea.

La cucina calabrese – anch’essa in bilico tra tradizione e innovazione – ha avuto un ruolo da protagonista, sia nel ristorante Le Pietre Volte che nei due ristoranti del resort, il Mantineo e lo Stromboli Beach Bar. Anche l’Apéro offerto da M.me Marie Christine Born sull’esclusiva terrazza della sua dimora, l’incantevole Villa Paola a Tropea, ha coniugato sapori calabresi rivisitati con presentazioni contemporanee.

Un’emozionante escursione in gommone ha permesso di scoprire gli splendidi panorami ed il mare cristallino della Costa degli Dei. Grazie agli sponsor tradizionali di EHMA Italian-Chapter (Gruppo Pedersoli, La Bottega, Iniziative Venete, De Cecco, Amoretti Spa, SIA GUEST), la riunione è stata un vero successo. Alcune aziende locali hanno contribuito omaggiando i presenti con prodotti tipici: Acqua degli Dei, Lanificio Leo e Delizie Vaticane.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *