gestire attività extralberghiera

Il turismo si conferma uno dei settori chiave per l’economia globale, con impatti positivi sul PIL nazionale e sull’occupazione. In Italia, le proiezioni indicano una spesa prevista di 155 miliardi sul 2023, sottolineando l’importanza di questo comparto nell’ambito economico nazionale.

L’importanza del turismo per l’Italia: i dati del 2023

Secondo i dati del 2023, l’Italia si piazza al settimo posto in Europa per l’incidenza turistica sul PIL, corrispondente al 13% (traducibili in 255 miliardi di euro). Tale impatto non si limita all’economia, ma coinvolge attivamente il tessuto sociale, generando occupazione per oltre 2,7 milioni di persone.

Altri dati rilevanti mostrano un aumento delle presenze turistiche del +13% nel primo semestre del 2023, indicando una crescita continua che coinvolge l’intero settore. In un contesto del genere, un aspetto interessante è l’incremento del turismo destagionalizzato, che consente di fare leva sulle risorse del territorio italiano durante tutto l’anno, riducendo i picchi di affluenza e promuovendo un flusso costante di visitatori.

Considerando tali fattori, l’investimento nell’industria turistica, specialmente nelle strutture extra-alberghiere, emerge come un’opportunità imprenditoriale significativa.

Extra-alberghiero in Italia: La guida definitiva per l’avvio di un’attività

L’andamento del comparto turistico dimostra come un numero crescente di operatori scelga di investire nel settore dell’ospitalità extra-alberghiera in Italia, promuovendo tipologie di soluzioni ricettive quali appartamenti per uso turistico, bed and breakfast, agriturismi, residence e ostelli della gioventù.

Tali strutture forniscono ai viaggiatori un’opzione flessibile per soggiorni di breve periodo, a seconda dei loro bisogni e delle loro esigenze. I dati Istat rilevano come nelle principali destinazioni turistiche nazionali – nello specifico Roma, Milano, Venezia, Firenze e Napoli – gli immobili locati a breve termine ammontino mediamente al 7% del totale degli alloggi censiti, con specifico riferimento alla categoria “appartamenti”.

L’avvio di un’impresa ricettiva extra-alberghiera in Italia può rappresentare una scelta professionale gratificante ed economicamente proficua, qualora debitamente pianificata. A tal riguardo, TeamSystem – tech company italiana che offre soluzioni digitali per la gestione del business di aziende e professionisti – rende disponibile online il manuale “Gestire un’attività ricettiva extra-alberghiera: la guida completa per la tua attività”, che offre consigli utili a chi intende avviare e gestire tale tipologia di attività, per la quale è necessario ottemperare alle normative vigenti, assicurando servizi di alta qualità alla clientela nel costante rispetto del quadro giuridico.

La guida sviluppata da TeamSystem spiega in primo luogo le varie fasi per una gestione strategica ed efficace dell’impresa: dalla pianificazione strategica alla realizzazione di un business plan, dal controllo di gestione al revenue management e alla determinazione dei prezzi.

In secondo luogo, affronta il tema della gestione operativa della clientela, dei dipendenti, del magazzino e dei rapporti con i fornitori. Infine, illustra le tematiche relative alla gestione commerciale di una struttura extra-alberghiera, presentando una panoramica delle strategie e tattiche per l’elaborazione di un piano di marketing finalizzato alla promozione della struttura e all’attrazione di nuovi clienti.

Informazioni sull’azienda  

TeamSystem è una tech company italiana specializzata nello sviluppo di soluzioni digitali per la gestione aziendale di imprese e professionisti. Il Gruppo guida i suoi clienti nel processo di trasformazione digitale dell’intera supply-chain, attraverso una serie di tecnologie innovative – basate anche sull’IA – per i processi gestionali, l’e-commerce e la marketing automation, ed è attivo nel settore del Fintech. Attiva sia in Italia che all’estero, TeamSystem ha chiuso l’anno 2022 con un fatturato di 695 milioni di euro, e può contare su oltre 3 mila dipendenti, al servizio di circa 2 milioni di clienti che operano sulle piattaforme proprietarie digitali e in Cloud. 

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *