Un grande patrimonio di competenza e talento di professionisti capaci di coniugare esperienza e capacità di
innovare: Lillabry Communication e MCM COMUNICAZIONE, due delle principali agenzie italiane nel settore
della comunicazione ed eventi, diventano una cosa sola e si propongono al mercato italiano come un vero e
proprio punto di riferimento, anche se in una prima fase manterranno le rispettive denominazioni.
La fusione di know how e delle migliori competenze nel settore, consente alla neonata agenzia di offrire
creazione, progettazione, pianificazione, sviluppo, gestione e finalizzazione di tutti i servizi necessari
nell’organizzazione di convegni, concept, exhibition.
Oltre alla consolidata storia delle due aziende, per mettere ulteriori basi solide ai progetti è previsto, per il
prossimo triennio, un cospicuo piano di investimenti per raggiungere un obiettivo già definito: 50 milioni di
ricavi entro il 2025.
“Questa fusione – dichiara Paolo Donzelli, socio di Lillabry Communication – rappresenta per noi una grande
opportunità. Programmare un piano d’investimenti triennale e fissare un traguardo di ricavi da raggiungere
entro il 2025 è il nostro modo di affermare la serietà del progetto e la volontà di non fermarsi a questo primo
step. La nostra ambizione è creare una realtà che sia punto di riferimento nel settore”.
“Il piano triennale di investimenti – aggiunge Chicco Nobili, socio di MCM COMUNICAZIONE – è il carburante
di sinergie fondamentali che si svilupperanno con il nuovo partner. Non è solo una fusione, è una visione che
siamo convinti ci permetterà di completare l’offerta e migliorare quindi l’esperienza per i nostri clienti, con
uno sguardo anche oltre i confini nazionali”.

Lillabry Communication e MCM COMUNICAZIONE portano in dote alla nuova realtà tutti i 60 professionisti di
talento ed esperienza che facevano parte delle singole realtà, e un parco clienti composto da 40 aziende
prestigiose tra le quali, A2A, Anagina, Arthur D. Little, British American Tobacco Italia, Campari Group,
Compass, Ferragamo, Fideuram, Mbe, Nissan, Richemont Group, Spencer Stuart, Vodafone, Kering.
Della nuova visione fa parte la volontà del management di implementare la crescita dell’agenzia
coinvolgendo nuove società del settore da inserire nel gruppo.
Nel processo di M&A, Lillabry Communication è stata assistita da Cap Advisory, quale advisor finanziario,
che ha agito con un team composto da Fabio Cassi, Matteo Pattavina e Fabiano Piras e da Advant NCTM,
quale advisor legale, che ha agito con un team composto da Pietro Zanoni e Natali Prodan Milic.
MCM COMUNICAZIONE è stata assistita dallo studio del dott. Corrado Lucerni, per la parte fiscale/societaria
e dallo studio dell’avv. Nicola Esposito, quale advisor legale.
L’operazione di aggregazione tra Lillabry Communication ed MCM COMUNICAZIONE è stata finalizzata con
il supporto di Banca Monte dei Paschi di Siena filiera retail Mercato Small Business di Milano.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *