Roomie, società proptech specializzata nel co-living, guarda alla ripresa post lockdown e continua ad ampliare il suo portafoglio. Dopo avere trascorso i mesi più duri per il real estate riuscendo a garantire sempre il tasso di occupazione del 75% degli immobili, Roomie consolida nuove acquisizioni. A fare il suo ingresso tra gli immobili gestiti, è una intera palazzina sita in via Nicola Antonio Porpora 90 di proprietà della Fondazione Asilo Mariuccia.
L’immobile – in posizione strategica per il polo di atenei, in primis il Politecnico e per molte grandi aziende a nord est di Milano – è una tipica villa di inizi 900 di circa 600 mq, edificata come dimora privata e nel tempo trasformata nella sede di un centro di Accoglienza e Formazione in uso alla Fondazione.
L’attività di riqualificazione, che prenderà avvio entro la fine di novembre per concludersi a febbraio 2021, consentirà di valorizzare gli interni della villa, circondata da un giardino, in un elegante co-living con 16 camere indipendenti e con cucina e living in comune. In più, Roomie creerà una zona break, sale per lo studio e un’area relax per lo sport indoor.
“Nonostante il lockdown causato dalla pandemia stiamo andando avanti a lavorare come sempre cercando le location più interessanti per la nostra utenza, composta di studenti e giovani lavoratori” commentano Alessandro Urbani e Filippo Ronfa, soci fondatori di Roomie. “Siamo molto soddisfatti di questo accordo con la Fondazione: questa villa è in posizione strategica e ha un impianto che consente di giocare con gli spazi rendendoli sicuri anche in situazioni di emergenza come questa”.
“Garantire il migliore ritorno dell’investimento al nostro patrimonio immobiliare è per noi prioritario per assicurarci fondi utili per le nostre attività di supporto alle famiglie in difficoltà di cui ci prendiamo cura ogni giorno” commenta Sabina Bellione, Direttore Generale della Fondazione Asilo Mariuccia. “Di questa collaborazione, in particolare, ci piace anche molto pensare che questa nostra struttura andrà ad ospitare studenti in arrivo da tutto il mondo, aiutandoli a fare il proprio percorso di studi in modo sicuro”.

Condividi: