San Marino considera il turismo unelemento strategico per l’economia territoriale: sulla base di questa considerazione un anno fa il Governo di San Marino ha dato avvio ad un percorso che, ora, consegna al sistema economico sammarinese una visione innovativa di marketing territoriale ed una precisa e condivisa strategia turistica.

Dopo l’approvazione del Piano Strategico per il Turismo, è stato nei giorni scorsi illustrato ed approvato dal Congresso di Stato anche il Piano Promozionale Triennale ed il Piano Annuale 2019: documenti, questi ultimi, che traducono in attività esecutive la programmazione strategica. Vi è piena consapevolezza, d’altra parte, che l’implementazione di tali piani ed il relativo raggiungimento degli obiettivi prefissati dipenderà da una molteplicità di fattori, non di esclusiva gestione del Governo.

Come afferma il Segretario di Stato Augusto Michelotti“il settore turistico, unitamente a tutto ciò che è in grado di attivare in maniera diretta ed indiretta, rappresenta quanto di più sostenibile e non de-localizzabile possa esistere. Si tratta di un settore che, se correttamente gestito in tutte le sue molteplici variabili, permetterà di garantire prosperità e benessere economico e sociale alle prossime generazioni. Il Piano Strategico pone oggi la Repubblica di San Marino ai vertici internazionali in fatto di innovazione, programmazione, visione turistica”.

“Abbiamo identificato – afferma Massimo Feruzzi, Amministratore Unico di JFC, società che svolge operativamente le attività di promozione –i tre fattori chiave attorno ai quali saranno implementate tutte le azioni: internazionalizzazione, innalzamento del target e valorizzazione dell’identità, ma il Piano Strategico individua altresì 8 prodotti turistici sui quali investire per migliorare le performances turistiche, oltre a fornire precise indicazioni sia per quanto riguarda la definizione degli investimenti strutturali, la revisione delle normative e la creazione del tourism data intelligence, che consiste in un  nuovo modello di osservatorio turistico. Un percorso, questo, che si completa con la definizione del sistema di governo delle politiche turistiche-territoriali”.

 

Autore

Autore

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *