Un fatturato record di 1,7 miliardi di dollari nel 2018 per SITA, fornitore globale di tecnologia per il trasporto aereo che quest’anno festeggia il 70esimo anniversario dalla nascita. Fondata nel 1949 da 11 compagnie aeree, da allora SITA esplora le frontiere dell’innovazione per l’industria del trasporto aereo. Oggi quasi tutti i voli passeggeri si basano sulla tecnologia di SITA; il 95% delle destinazioni internazionali e oltre 13.500 punti sono connessi dalle sue reti.

Per celebrare il 70esimo compleanno, SITA ha radunato questa settimana in Belgio oltre 100 compagnie aeree e aeroporti di tutto il mondo per l’appuntamento annuale dell’Innovation Forum, un evento nato per indagare come le nuove tecnologie, tra cui l’intelligenza artificiale, la biometria e la blockchain potrebbero essere sfruttate per offrire operazioni più efficienti e un viaggio passeggeri senza intoppi.

Il SITA Innovation Forum di quest’anno ha radunato rappresentanti di compagnie aeree e aeroporti di tutto il mondo, che insieme a esperti di altri settori si sono confrontati sui cambiamenti che impatteranno sul viaggio aereo nei prossimi cinque anni e su come l’industria può innovarsi per il futuro.

Barbara Dalibard, CEO di SITA, ha dichiarato: “Il 2018 è stato un anno di successi: abbiamo registrato ricavi record e, per la prima volta nella nostra storia, il business relativo a applicazioni e soluzioni fornite agli operatori – compagnie aeree, aeroporti, agenzie governative, ground handlers – rappresenta più del 50% dei ricavi. È un elemento importante, perché se la connettività rimane una parte vitale del nostro business, la crescita delle applicazioni è un elemento fondamentale della nostra strategia a lungo termine”.

Dalibard ha aggiunto: “La sfida è chiara: nei prossimi 20 anni il traffico passeggeri raddoppierà, mentre la capacità degli aeroporti crescerà a ritmo molto più lento. Questo richiede un nuovo approccio al volo aereo. Noi stiamo già utilizzando tecnologie emergenti – come Intelligenza Artificiale, biometria e SDN – per consentire operazioni più efficienti negli aeroporti e in volo, ma dobbiamo continuare questo percorso di innovazione con il settore, per disegnare il futuro del volo aereo.”

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *