Oltre 30 partecipanti divisi in tre squadre si sono sfidati per il team building  organizzato da Fidenza Village al Labirinto della Masone, il più grande labirinto di bambù del mondo. La prova, una caccia al tesoro in cui bisognava recuperare i pezzi di un puzzle, ha permesso di conoscere una struttura per eventi davvero particolare che offre tra le sue siepi una corte per eventi di 2000 metri quadri che può ospitare concerti, esposizioni, feste e grandi ricevimenti.

A questo si aggiungono tre sale congressi all’avanguardia: la sala Bodoni, da 250 metri quadri e 250 posti, dal parquet in bambù e ampie vetrate che la rendono particolarmente luminosa, la sala Borges da 100 metri quadri e 70 posti, impreziosita da sculture e fotografie, utilizzata per riunioni ristrette e piccoli rinfreschi, e la sala Calvino da 110 metri quadri e 80 posti che ospita una biblioteca neoclassica ed è adatta a conferenze e cocktail.

Prospiciente la piazza, una cappella a forma piramidale ricorda il labirinto come simbolo di fede.
Ci sono, per i visitatori, anche una caffetteria, un ristorante e uno spazio gastronomico parmigiano, tutti curati dallo chef stellato Massimo Spigaroli.

Il Labirinto della Masone, che ha aperto nel giugno 2015, è un parco culturale progettato da Franco Maria Ricci nella sua tenuta di campagna a Fontanellato, nei pressi di Parma, insieme agli architetti Pier Carlo Bontempi e Davide Dutto: copre otto ettari di terreno e ospita spazi culturali per più di 5000 metri quadrati, destinati alla collezione d’arte di Franco Maria Ricci e a una biblioteca dedicata ai più illustri esempi di tipografia e grafica.
La struttura ospita anche due suite rifinite con opere d’arte e arredi raffinati, pensate per gli amanti del lusso e del comfort, entrambe composte da ampio salotto, camera da letto matrimoniale e doppia sala da bagno con doccia in marmo e vasca jacuzzi.

Autore

Condividi: