Trinity ViaggiStudio, tour operator specializzato nell’organizzazione di viaggi e soggiorni studio di gruppo all’estero, ha chiuso l’esercizio 2022/2023 con ottimi risultati raddoppiando volumi e margine di contribuzione. Si registrano infatti ricavi pari a 22,6 milioni di euro, in crescita dell’84% rispetto all’esercizio precedente e del 170% rispetto al 2019. Anche la marginalità è positiva e in forte incremento, con un EBTDA che rappresenta il 15,4% dei ricavi (+ 88% rispetto al 2021/2022).

Le vacanze studio all’estero si confermano dunque essere un segmento in costante crescita dopo la fine della pandemia: le destinazioni che hanno registrato i maggiori volumi nell’esercizio 2022/2023, tra tutte le tipologie di proposte Trinity, sono state Inghilterra, cui seguono Stati Uniti, Scozia, Irlanda e Canada.

Nel dettaglio, per quanto riguarda i Paesi preferiti dagli studenti per le “vacanze studio all’estero” in estate, l’Inghilterra si riconferma di nuovo ai vertici, con il 54% di presenze seguita da Scozia, Irlanda e Stati Uniti. Per quanti invece hanno scelto di trascorrere il semestre o anno di studio all’estero (High School Program), gli Stati Uniti (44%) rappresentano la prima opzione cui seguono Canada (26%), Irlanda (8%) e Inghilterra (7%). Ancora l’Inghilterra ha saputo raccogliere il 37% delle presenze di studenti individuali, mentre l’Irlanda si attesa al 33% e Stati Uniti, Canada e Francia raggiungono il 7%.

Infine, Regno Unito (50%), Irlanda (30%) e Stati Uniti con Germania e Malta (20%) rappresentano le mete predilette per stage linguistici e ministay.

Claudia Randazzo, CEO e founder di Trinity ViaggiStudio dichiara: “Siamo soddisfatti e orgogliosi dei numeri di chiusura dell’esercizio 2022/2023 e dell’importante crescita raggiunta dalla nostra Società in termini di volumi, marginalità e risultati finali. Abbiamo raddoppiato il nostro fatturato rispetto allo scorso anno posizionandoci tra le aziende leader italiane nell’organizzazione delle vacanze studio.
Tutto ciò è frutto di investimenti in tecnologia, nuovi prodotti e risorse umane, così come della capacità di trasformare una situazione di grave crisi – come quella della pandemia – in una opportunità di crescita e non ultimo del grande impegno e professionalità di tutto il nostro team. Proprio in segno di ringraziamento e premio per il lavoro svolto abbiamo voluto condividere il successo di questo anno ridistribuendo parte degli utili ai nostri dipendenti e collaboratori attraverso l’assegnazione di bonus.
Anche i volumi realizzati ad oggi, relativi all’esercizio 2023/2024, ci rendono fiduciosi e ottimisti confermando il consolidamento del nostro posizionamento e ci spingono a guardare ancora più avanti per conseguire ambiziosi obiettivi di crescita”:

Autore

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *