Il 15 febbraio prossimo parte a Milano la 1° edizione del Green Factor Challenge, il workshop in modalità “sfida” che guida aziende turistiche e destinazioni a prepararsi per le “Top 100 Stories Awards” che si tengono presso la fiera ITB Berlino da ben 10 anni, da sempre dedicate alle destinazioni turistiche, ma che da quest’anno aprono anche alle aziende del turismo.
L’evento è organizzato da Concetta D’Emma – prima Rappresentante per l’Italia di Green Destinations, realtà no profit che rilascia l’omonima certificazione – che ha scelto come location la sede del Meliá INNSiDE Torre Galfa, a due passi dalla Stazione Centrale. “Voglio portare le prime realtà italiane come fonte d’ispirazione a livello internazionale, dato che il nostro Paese è pieno di tante belle storie e case-histories, che nulla hanno da invidiare agli altri Paesi. L’Italia non è stata presente fin ora a questa importante competizione, ed è il momento di colmare questo gap”.

Si tratta di un format che punta su un team building esperienziale in cui vi è cooperazione e coopetizione allo stesso tempo: un mix tra formazione, consulenza, coaching e intrattenimento. Grazie ad una giuria (in presenza e a distanza), verranno selezionate le prime tre aziende e tre destinazioni italiane che potranno accedere all’edizione di Berlino 2025 e intanto essere menzionate in occasione dell’edizione 2024.

Il workshop è aperto ad aziende e professionisti di tutta la filiera turistica (es. strutture ricettive, ristoranti, t.o., adv, produttori locali, guide, dive center, compagnie aeree e di crociera, DMO, ecc.), e alle destinazioni, anche a chi ha già ottenuto altre certificazioni. Soprattutto, precisa D’Emma, “é per tutte quelle persone che vogliono mettersi in gioco e migliorarsi continuamente. Per chi vuole impegnarsi seriamente nel comunicare in modo responsabile la propria attenzione nei confronti non solo dell’ambiente, ma anche delle persone. Per chi non cerca solo un ‘marchio verde’.”
Ogni persona uscirà dall’evento con il proprio piano d’azione, in cui saranno evidenziate sia le aree tematiche da migliorare o potenziare, sia quelle in cui si è già forti ma ancora poco valorizzate agli occhi degli ospiti/clienti. Questo workshop, inoltre, è anche un modo selezionare coloro che vorranno iniziare un percorso per ottenere la certificazione Green Destinations (per aziende o Destinazioni).

Concetta D’Emma conclude: “Vogliamo creare una community di aziende e persone da portare come storie di successo italiane. E’ un format che unisce tutta l’Italia, tutte le Destinazioni, tutte le Generazioni e tutte le Diversità. Vogliamo creare una nuova leadership del turismo ancora più responsabile, consapevole ed inclusiva. Non può esserci rispetto per l’ambiente, se non vi è rispetto per le persone. Questo percorso vuole dare una veste più etica ad un ‘marchio verde’, creando quella cultura che poi permetterà di non commettere più gravi errori a livello di comunicazione, evitando l’utilizzo di termini dove le aziende dichiarano di essere ‘green 100%’ o ‘a impatto 0’ che sono tra le cause principali di tanto scetticismo da parte dei viaggiatori realmente responsabili. E’ necessario responsabilizzare le aziende ad un marketing più trasparente, inclusivo ed autentico.”

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *