Red Sea Global (RSG), azienda promotrice di due dei più ambiziosi progetti di turismo rigenerativo al mondo, Amaala e The Red Sea, ha annunciato oggi una partnership con Clinique La Prairie, clinica di fama mondiale nel campo della longevità e del benessere.
La partnership prevede lo sviluppo di un centro benessere Clinique La Prairie di 36.115 mq all’interno di Amaala, che si trova sulla costa nord-occidentale dell’Arabia Saudita. L’esclusivo resort offrirà 13 ville, oltre a 52 camere e suite.
“Le strutture di fama mondiale e le esperienze maturate nel campo della salute e del benessere di Clinique La Prairie, immerse negli straordinari paesaggi naturali dell’Arabia Saudita, accompagneranno i nostri visitatori in viaggi ispirati all’arte, al benessere e alla purezza del Mar Rosso. La bellezza del resort, frutto dell’architettura islamica e dell’artigianato moderno, offrirà un luogo sereno in cui rilassarsi, meditare e rigenerarsi”, ha dichiarato John Pagano, Group CEO di Red Sea Global.

Architettura d’eccellenza

L’approccio al benessere di Clinique La Prairie è incentrato sulla longevità. Ciò è simboleggiato dalla “Longevity Plaza”, piazza centrale che conduce a quattro aree distintive del resort, corrispondenti a ciascuno dei pilastri della struttura: cure mediche, nutrizione, movimento e benessere. Queste aree ospiteranno una vasta gamma di attività e servizi, tra cui tutte le più recenti tecnologie sviluppate in 90 anni da Clinique La Prairie per consentire ai clienti di vivere una vita più lunga, più sana e più completa.

Il resort dispone anche di un laboratorio diagnostico, di un museo, di un beach club, di sale per workshop e formazione, di spazi per la ristorazione privata e persino di una scuola di cucina, per garantire ai visitatori un viaggio inimitabile di ringiovanimento e alla scoperta di sé.

Secondo la visione dell’architetto John Heah, il paesaggio intorno alla proprietà è fondamentale per il resort. I giardini idilliaci sono utilizzati per creare un senso di tranquillità e per rendere il viaggio dei visitatori ancora più connesso.

Far viaggiare gli ospiti verso un nuovo stato d’animo

Clinique La Prairie ha un approccio unico al benessere, che combina la medicina preventiva, la genetica e l’epigenetica con piani su misura per migliorare lo stile di vita e di nutrizione, sempre basati sulle scienze più recenti. Utilizzando il CLP Longevity MethodTM, medici specialisti ed esperti olistici forniranno agli ospiti percorsi altamente personalizzati rivitalizzanti, immunitari e trasformativi nel corso di soggiorni di una settimana o più lunghi, per portare la salute e la vita al suo massimo potenziale.

Gli esperti della clinica lavoreranno per rallentare il tempo, ripristinare l’equilibrio interno dei visitatori e porre rimedio a un’ampia gamma di condizioni, tra cui stanchezza, ansia, disturbi digestivi, insonnia, diabete e altro ancora. Scienza all’avanguardia e antiche pratiche di guarigione si combinano per offrire pratiche olistiche.

Clinique La Prairie offrirà trattamenti sinergici per ringiovanire il corpo dentro e fuori. Le pratiche mediche includeranno laboratori di diagnostica avanzata e radiologia, fisioterapia, neuroscienze, dermatologia, estetica e odontoiatria. Per quanto riguarda il benessere, la destinazione offrirà criocamere, suite iperbariche, infusioni endovenose e una serie di terapie di nuova generazione ancora da svelare, che contribuiscono a rendere Amaala una destinazione di benessere distintiva.

Rispetto dell’ambiente circostante

La sostenibilità è una pietra miliare di Amaala, l’intera destinazione infatti è alimentata al 100% da energia rinnovabile. Anche il rispetto per la flora e la fauna è presente in ogni aspetto della progettazione del resort. Per esempio, gli edifici di Amaala sono stati arretrati di circa 100 metri dalla costa per evitare interferenze con l’habitat naturale delle fragili popolazioni di tartarughe del Mar Rosso. Anche l’illuminazione è stata progettata con cura per proteggere il cielo notturno e limitare l’impatto della luce artificiale sulla fauna selvatica.

Simone Gibertoni, CEO di Clinique La Prairie, ha dichiarato: “Ad Amaala stiamo creando il più importante resort incentrato sulla salute e sulla longevità mai realizzato. Siamo lieti di costruire la nostra prima destinazione in un ambiente così straordinario e di contribuire a dare vita alla visione di Red Sea Global di un turismo rigenerativo e ultra-lusso”.

La fase uno della destinazione è già avviata e prevede di accogliere i primi ospiti nel 2024. Sarà composta da otto resort che offriranno più di 1.300 posti letto.

Una volta completata, Amaala ospiterà più di 3.000 camere in 25 hotel e circa 900 ville residenziali di lusso, appartamenti e case di proprietà, oltre a esercizi commerciali di alto livello, ristoranti raffinati, centri benessere e strutture ricreative.

Autore

Autore

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *