Go Horse, tour operator della famiglia Go World dedicato all’organizzazione degli amanti dei viaggi in sella, presenta i primi dati positivi registrati dall’inizio della pandemia e registra un forte aumento delle richieste di viaggi a cavallo.

“Grazie alla crescita esponenziale dei tesserati Fise con un incremento degli iscritti nell’ultimo anno che va oltre il 60%, Go Horse ha registrato un aumento delle richieste dei viaggi a cavallo in Italia e nei Paesi aperti al turismo come Giordania, Emirati Arabi, Stati Uniti e Canada – afferma Sara Giavarini, Product Manager e Partner di Go Horse. “Per noi che da sempre amiamo i cavalli è un piacere prendere atto che tanti nuovi italiani si sono avvicinati all’equitazione e che possano sperimentare tutti i benefici di un’attività sportiva all’aria aperta, in mezzo alla natura e a contatto con degli animali stupendi”.

Se è vero che molti italiani hanno capito che stare a cavallo fa bene all’anima, diventa ancora più interessante per Go Horse proporre loro attraverso le agenzie di viaggio, le numerose opportunità di viaggi in sella per scoprire il mondo a cavallo.
Tra le proposte 2021 da non perdere: Azzorre: l’Isola di Faial 2021(7gg/6notti, quota a persona 1.580€), itinerario unico nelle nove verdissime isole vulcaniche nel bel mezzo dell’Oceano Atlantico a 1400 km al largo delle coste del Portogallo. Si scoprirà in sella ai bellissimi Lusitani in un percorso di 8 giorni tra bellissime spiagge e un impressionante Caldera, l’isola di Faial, chiamata l’isola azzurra, dal poeta Raul Brandão per via della grande quantità di ortensie presenti.
Giordania per tutti è un itinerario adatto anche a cavalieri meno esperti con possibilità di modulare le difficoltà e la velocità delle andature a seconda dei partecipanti. Si percorrerà in sella il deserto Wadi Rum con pernottamenti in campi tendati.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *