Se quest’anno abbiamo imparato qualcosa, oltre all’importanza dell’adattabilità e del reiventarsi per superare situazioni avverse, è che il ruolo della tecnologia è diventato essenziale nella nostra vita quotidiana. Ci ha reso più uniti che mai, sia a livello personale che professionale, e ora è il momento per la società di continuare ad andare avanti insieme in quella trasformazione digitale, per affrontare le sfide di domani, a livello globale e collaborativo.

Con questo obiettivo, nasce Campus Party Digital Edition, il primo evento di Campus Party su scala mondiale che riunirà questa settimana, il 9, 10 e 11 luglio, centinaia di migliaia di persone. Saranno 31 i paesi partecipanti che realizzeranno le loro edizioni contemporaneamente, attraverso live streaming con molteplici talk, panel e workshop, sotto un’unica tematica chiave: Reboot The World. Ciò significa più di 150 trasmissioni simultanee in diretta, con oltre 2.000 speakers da tutto il mondo, tra cui personalità di spicco che hanno contribuito alla nascita e allo sviluppo di Internet come lo conosciamo oggi.
Grazie all’esperienza di oltre vent’anni di Campus Party, uno degli eventi di riferimento nel mondo della tecnologia e dell’innovazione, Reboot The World diventa una pietra miliare nella storia di Internet. Per la prima volta, unisce migliaia di persone di cinque continenti per condividere le loro conoscenze, idee e visioni di diverse realtà, in un unico posto, sfruttando tutte le possibilità dell’era digitale.

I Pionieri di Internet e il futuro del Web

Una delle talk più importanti sarà senza dubbio quella che vede la partecipazione di Al Gore, Sir Tim Berners-Lee e Vint Cerf il prossimo 10 luglio alle 17:00. Considerati i 3 pionieri di Internet, insieme discuteranno l’evoluzione della rete nel corso degli anni, oltre a condividere le proprie visioni del futuro di Internet in un momento in cui tecnologie come il 5G o software come SOLID stanno raggiungendo sempre più utenti.

Con la sua ampia agenda, Campus Party Digital Edition a tema Reboot the World mira a consolidarsi come punto di riferimento globale per le nuove generazioni che, ora più che mai, hanno la possibilità di affrontare i problemi del presente e del futuro grazie alla tecnologia, alla creatività e all’innovazione. Un appuntamento unico nel suo genere che quest’anno sta guidando, con ancora più forza, una comminity globale di aziende visionarie, persone coraggiose, istituzioni e università all’avanguardia.

3 giorni 24h, 1 Global Main Stage e 5 palchi tematici

Ciò che conosciamo come la Quarta Rivoluzione Industriale comprende molti settori della società. Ecco perché Campus Party Digital Edition ha focalizzato l’attenzione di questo festival tecnologico online su cinque diverse aree tematiche, oltre ad un Global Main Stage dedicato unicamente al tema “Reboot The World”, concentrando l’attenzione sulle sfide e sulle opportunità specifiche di ciascuna:

● WORK LIFE: lavoro ed economia
● GREEN DEAL: Sostenibilità e ambiente
● LIVING BETTER: salute e scienza
● JOY OF LIFE: creatività e intrattenimento digitale
● NEW HORIZONS: Education, Smart Cities e GovTech, i nuovi orizzonti futuri

Un’ampia varietà di argomenti che cercano di affrontare da diverse angolazioni il modo in cui la tecnologia può essere di grande aiuto in questo “riavvio del pianeta”. Tra i relatori nomi di fama internazionale come Don Tapscott ed Edward Snowden, oltre a vari esponenti delle istituzioni e professionisti delle diverse aree tematiche dell’evento.

Una Call for ideas per “riavviare il pianeta”

Inoltre, con l’obiettivo di trasformare i numerosi dibattiti in idee in grado di trasformare la società, Campus Party Digital Edition lancerà una Call for Ideas tra le più ambiziose mai realizzate sino ad oggi. Le idee di migliaia di partecipanti, insieme a quelle proposte dagli speaker, verranno analizzate in tempo reale utilizzando la Machine Learning: un esercizio unico nella storia che permetterà di estrarne un report finale con le migliori idee per riavviare il pianeta, che sarà consegnato alle Nazioni Unite per la diffusione.

L’edizione digital di Campus Party a tema “Reboot the World” non perde di vista la situazione senza precedenti che sta vivendo il mondo. Per questo motivo, l’evento sarà completamente gratuito e accessibile a tutti dal suo sito Web www.reboottheworld.org.

L’intero progetto non sarebbe stato possibile senza il supporto di collaboratori come YouTube, partner tecnologico dell’evento, che ha reso possibile ottenere la qualità e la quantità di larghezza di banda necessaria per supportare il gran numero di live streaming simultanei, permettendo a tutti di per poter partecipare alle sessioni da qualsiasi dispositivo.
Campus Party Digital Edition, inoltre, non dimentica chi ha più bisogno di aiuto. Per questo motivo, abiliterà un pulsante in tutte le trasmissioni in diretta per fare in modo che chiunque lo desideri possa fare una donazione a Medici Senza Frontiere. Il 100% dei proventi raccolti verranno destinati al fondo all’organizzazione per combattere gli effetti del COVID-19.

Autore

  • Redazione Qualitytravel.it

    Qualitytravel.it è un web magazine b2b di approfondimento su turismo, business travel, marketing ed eventi: un punto di vista autorevole sui trend di settore e un utile strumento di lavoro per tutti i lettori. Il pubblico a cui ci rivolgiamo è prettamente professionale ed è composto da tutti coloro che lavorano nella filiera del turismo e degli eventi: gestori di hotel e di location, tour operator e agenzie viaggi, dmc e tmc locali, fornitori di servizi e agenzie di organizzazione eventi, trasporti e infrastrutture, attività di ristorazione e catering, divisioni marketing, travel, eventi ed hr delle aziende. Il nostro impegno è quello di fornire un’informazione puntuale su novità e trend del settore, raccontare case study e consigli utili per l’attività quotidiana, offrire uno spaccato del mondo del lavoro e notizie di attualità su business, marketing, bandi e gare di settore.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *