L’Estate 2022 si caratterizza per la ricerca, da parte dei viaggiatori, della cancellazione gratuita e delle soluzione eco-friendly.
Booking.com ha condotto una ricerca su 24.055 persone in merito ai macro-trend per l’estate 2022, eleggendo a criterio principale la flessibilità, da parte del viaggiatore e, di conseguenza, richiesta alle strutture ricettive. I dati infatti confermano che più del 30% degli italiani considerano la possibilità di cancellazione e riprogrammazione gratuita della prenotazione un fattore determinante nella scelta dell’alloggio, subito dopo la destinazione (33%) e il costo (49%).

Blinkup ha stilato una serie di consigli per le strutture ricettive che vogliono attrarre i viaggiatori post pandemia, dalle prenotazioni “open” alle smart features.

1. Flessibilità prima di tutto: proporre soluzioni che consentano cancellazioni dell’ultimo minuto, A ciò si aggiunge una netta preferenza per quelle strutture che offrono anche la possibilità di riprogrammare il proprio viaggio gratuitamente;

2. L’ambiente è protagonista nella scelta della destinazione, soprattutto tra gli appartenenti alla Gen Z: come confermano diversi studi, le nuove generazioni sono sempre più attente all’impatto che la meta e la struttura prescelte hanno sull’ambiente circostante, ragion per cui tendono a preferire location all’insegna del rispetto dell’ecosistema e delle realtà locali, nonché i viaggi pet-friendly. Infatti, secondo Booking.com, oltre il 50% della Gen Z sceglie la meta sulla base del suo impatto ambientale, mentre il 56% predilige gli alloggi green. Per questo è importante comunicare in modo esplicito tutte le azioni che la struttura compie a favore della sostenibilità ambientale, tra cui: sostituire le bottigliette di plastica in favore di borracce per i clienti loyalty, incoraggiare il riutilizzo in camera dei componenti comuni e utilizzare soluzioni digitali per ottimizzare le operazioni quotidiane (come check-in, check-out o apertura porta con chiave anziché via smartphone).

3. Vacanza = relax. Forse in risposta agli ultimi due anni, alla vacanza avventurosa si preferisce quella rilassante,anche a seguito dell’emissione del Bonus Terme: per questa ragione, avranno la meglio quelle strutture dotate di aree wellness e spazi all’aperto in cui rilassarsi. Lo studio sopracitato di Booking.com afferma anche che oltre il 79% delle persone intervistate ha dichiarato che viaggiare giova al benessere più di tante altre cose.

4. Smart e international: dopo il 2021, caratterizzato per ovvi motivi da turismo di prossimità e che ha visto protagonisti per lo più turisti italiani, il 2022 si prepara invece a un aumento degli arrivi internazionali. Ciò, però, richiede necessariamente anche un balzo in avanti “smart e international” delle strutture, che dovranno garantire un personale multilingua, fornire una copertura wi-fi efficace e dotarsi di tecnologie in grado di suggerire destinazioni adatte, prevedere anche con largo anticipo in quali località sarà più sicuro viaggiare e scambiare informazioni con il cliente su eventuali ritardi, imprevisti o altro;

5. Comunicare è fondamentale: la pandemia di Covid ha fatto sì che la tipologia di turista si polarizzasse. Da un lato quello più timoroso e attento, che esige quindi informazioni chiare sulla situazione sanitaria del luogo e sulle misure intraprese in struttura, mentre dall’altro il turista che vuole svagarsi e tornare a modalità pre-pandemiche, budget permettendo.

“Stiamo attraversando un cambiamento d’epoca che ha visto uno stravolgimento degli aspetti decisionali dei consumatori, adesso molto più attenti ai concetti di sostenibilità ma altresì legati alla necessità di avere una maggiore libertà di scelta: essendo ancora molto incerto il futuro che si prospetta, si cerca la massima flessibilità. Se inizialmente i must del successo risiedevano nell’applicazione dei fondamentali del marketing, ora i medesimi cardini vengono ripensati, rendendo necessarie specifiche azioni verticali e di costante interazione con il consumatore”, commenta il CEO di Blinkup, Edoardo Dal Negro.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *