(articolo di Phocuswire, tradotto con ChatGPT)

Expedia Group e Kayak sono le prime compagnie di viaggio a integrarsi con il chatbot alimentato dall’intelligenza artificiale di OpenAI, ChatGPT. Le due compagnie hanno creato dei plugin per ChatGPT, in modo che la piattaforma possa accedere ai loro dati quando risponde alle richieste degli utenti.
In un post sul blog pubblicato giovedì per annunciare la disponibilità dei plugin, Yaniv Markovski di OpenAI scrive: “ChatGPT deciderà intelligentemente se chiamare un plugin o gestire la richiesta dell’utente utilizzando le sue conoscenze intrinseche. Ad esempio, il modello potrebbe decidere che una domanda sugli eventi attuali richiede la chiamata di un plugin del browser, ma potrebbe sentirsi a suo agio nel rispondere a una domanda molto semplice di matematica o scienza senza utilizzare un plugin. L’utente può sempre spingere il modello ad utilizzare un plugin chiedendogli esplicitamente di farlo, come ‘Usa Expedia per pianificare il mio viaggio a NYC'”.

Utilizzando il plugin di Expedia, gli utenti di ChatGPT possono ottenere dettagli su voli specifici, sistemazioni – inclusi affitti da Vrbo – e esperienze e poi cliccare per prenotare il loro viaggio su Expedia.

Utilizzando il plugin di Kayak, i consumatori possono avere interazioni più conversazionali con il suo motore di ricerca. Ad esempio, se qualcuno chiede: “Sto cercando un hotel a New York City vicino a Central Park”, ChatGPT può capire la richiesta e chiedere a Kayak di fornire raccomandazioni adatte, che quando cliccate portano l’utente al sito web o all’app di Kayak.

“Abbiamo avuto diversi prodotti di chat in passato – basati su voce e testo – e inizialmente non è stato un’esperienza fantastica passare attraverso tutti questi risultati… ma quando si è nelle prime fasi di esplorazione… penso che ci siano molti casi d’uso per cui avere il supporto di ChatGPT è davvero entusiasmante”, afferma Matthias Keller, chief scientist di Kayak. “Attualmente possiamo vedere l’inizio di alcuni esempi come cercare un volo e un hotel nella stessa domanda o chiedere di confrontare le destinazioni. È sicuramente una tecnologia molto impressionante”.

Kayak dice che il suo lavoro con OpenAI è iniziato solo poche settimane fa e Keller afferma di essere rimasto impressionato dall’approccio attento dell’azienda alla privacy degli utenti. “Ad esempio, non vediamo le conversazioni. Vediamo che ChatGPT vuole avere i prezzi dei voli da (ad esempio) New York a San Francisco, ma non abbiamo alcuna idea di come sia stato chiesto, come sia stata presa la decisione, come sia tutta la conversazione. Tutto questo è astratto per noi”, afferma Keller. “Se cerco, l’unica informazione disponibile è che si tratta di una persona del Massachusetts che sta cercando. Quindi abbiamo informazioni molto limitate, ma sicuramente saremo interessati a scoprire cosa stanno cercando le persone e come supportare meglio questi casi d’uso”.

Oltre a Expedia e Kayak, sono stati creati plugin da OpenTable, Shopify, Instacart, Slack, Klarna e diverse altre aziende. ChatGPT sta invitando i suoi abbonati Plus ad unirsi a una lista di attesa per accedere ai plugin, con piani per distribuirli più ampiamente in futuro.

Autore

Autore

Condividi:
Un pensiero su “Expedia e Kayak sono le prime aziende del travel a integrarsi con ChatGPT”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *