Flixbus si prepara a lanciare il car pooling con Flixcar

Forte dell’ultimo finanziamento di serie F ricevuto, guidato da TCV e Permira, due delle maggiori società di investimento che supportano aziende tecnologiche pubbliche e private, FlixMobility, la società caprogruppo di Flixbus sta preparando il lancio di FlixCar, un servizio di car-pooling pensato appositamente per allargare la rete e offrire ancora più destinazioni facilmente raggiungibili.

«Sin dall’inizio, ci siamo posizionati come un operatore di mobilità: noi offriamo viaggi semplici, affidabili e sostenibili, in bus, in treno e, presto, anche in auto» ha detto Engert. «FlixCar è il conseguente passo successivo nell’estensione del nostro network per dare la possibilità a sempre più persone di scoprire il mondo. In media, un’auto trasporta 1,5 persone a tratta. La condivisione dei viaggi è un’ottima soluzione che consente di dividere il costo del carburante e di abbassare l’impatto delle emissioni».

La notizia mostra come oggi la competizione sulla mobilità sia intermodale e a tutto tondo: non più tardi di settimana scorsa BlaBlaCar, leader europeo del car pooling aveva annunciato il lancio di BlaBlaBus. E con FlixCar la società tedesca intende completare l’esistente rete di FlixBus e FlixTrain.

Da startup tedesca a leader mondiale della mobilità

Avendo rivoluzionato il trasporto sulla lunga distanza dal 2013, FlixMobility è un operatore che offre collegamenti accessibili a milioni di passeggeri, con 45 milioni di persone che nel solo 2018 hanno utilizzato FlixBus e FlixTrain, grazie a 350.000 connessioni al giorno tra oltre 2.000 destinazioni. FlixMobility è l’indiscusso leader del mercato in Europa e ha esteso, nel 2018, i propri servizi anche negli Stati Uniti, raggiungendo così 29 Paesi nel mondo. L’azienda lavora con oltre 300 partner nel settore dei bus e dei treni e ha creato oltre 10.000 posti di lavoro.

Nel 2018 in Germania è stato lanciato FlixTrain, portando così il modello di business di FlixBus anche nel settore del trasporto ferroviario. Nel 2019 la società ha presentato domanda per delle tratte in Svezia e Francia preparandosi così a estendere il servizio grazie all’imminente liberalizzazione del settore in Europa.

FlixBus e FlixTrain impiegano circa 1.300 persone in 19 uffici presenti in 17 diversi Paesi. Grazie alla collaborazione con i dipendenti sui territori, FlixBus è in grado di adattare i propri servizi in base ai cambiamenti del mercato e ai bisogni dei passeggeri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *