di Silvia Pigozzo

Party esclusivo, con fuochi d’artificio accompagnati da alcuni brani tratti dalla Turandot di Puccini, per il Grand Hotel Tremezzo, hotel a cinque stelle affacciato sul lago di Como inaugurato nel 1910 dalla famiglia Gandola e tramandato negli anni a seguire ai Sampietro fino a oggi ai Mallone De Santis.

La grandiosità del Grand Hotel Tremezzo si è accesa la sera, nell’ora del tramonto. Quando migliaia di luci colorate hanno illuminato la sagoma dell’hotel cinque stelle in stile Art Nouveau affacciato sul lago di Como, che quest’anno festeggia i suoi 107 anni.

Oggi la struttura conta 90 camere, oltre a due ville storiche, Villa Sola Cabiati, in gestione dal 2017, e Villa Passalacqua, di recente acquisizione. La clientela è prevalentemente straniera, proveniente soprattutto dai Paesi anglosassoni. Pochi gli italiani, ma tornano spesso.

La festa per il Grand Hotel Tremezzo è stata celebrata a suon di musica, brani tratti dalla Turandot di Puccini hanno accompagnato fuochi d’artificio sull’acqua, mentre eccellenze enogastronomiche italiane e degustazioni originali venivano servite nelle diverse sale dell’hotel. Tra le eccellenze, i piatti realizzati dallo storico chef stellato Gualtiero Marchesi, come il Riso, oro e zafferano o gli spaghetti al caviale, serviti nella Terrazza Marchesi.

L’albergo è aperto da marzo a novembre e nei mesi di chiusura la struttura viene sottoposta a importanti lavori sia di rinnovo che di ampliamento dei servizi con l’obiettivo di valorizzare il patrimonio storico e culturale dell’ hotel. E l’anno prossimo il restyling interesserà il T Beach, con una nuova spiaggia, più grande. A completare l’offerta del Grand Hotel Tremezzo, 20mila metri quadri di parco secolare, mille metri quadri dedicati al benessere, una Spa Suite e un hammam di ispirazione orientale.

Condividi: