L’associazione Internazionale del Trasporto Aereo (IATA) ha annunciato l’arrivo all’aeroporto di Heathrow a Londra del primo passeggero che ha usato l’app IATA Travel pass per gestire le informazioni sulla salute necessarie al suo viaggio. Questo primo test è stato effettuato con Singapore Airlines per dimostrare che la tecnologia può aiutare i viaggiatori a gestire le informazioni sanitarie in modo sicuro, conveniente ed efficiente.

Durante il test i passeggeri Singapore Airlines del volo da Singapore a Londra hanno dovuto:
1) Creare una versione digitale del proprio passaporto sullo smartphone
2) Inserire i dettagli del proprio volo per conoscere le restrizioni di viaggio e le certificazioni richieste
3) Inserire i dettagli delle proprie certificazioni (es. tampone eseguito nelle 72 ore precedenti o certificato di vaccinazione) e aspettare la conferma di rispettare i requisiti richiesti.

Affinchè il test possa essere esteso a tutto il mondo è necessaria la collaborazione dei governi per creare degli standard nei certificati digitali dei tamponi e dei vaccini: in questo modo sarò più semplice gestire in maniera automatizzata la fase di acquisizione dei documenti.

Autore

  • Domenico Palladino

    Domenico Palladino è editore, consulente marketing e formatore nei settori del travel, della ristorazione e degli eventi. Dal 2019 è direttore editoriale di qualitytravel.it, web magazine trade della travel & event industry. Gestisce inoltre i progetti editoriali di extralberghiero.it, dedicato agli operatori degli affitti brevi e cicloturismo360.it, per gli amanti del turismo su due ruote. Ha pubblicato per Hoepli il manuale "Digital Marketing Extra Alberghiero". Laureato in economia aziendale in Bocconi, indirizzo web marketing, giornalista dal 2001, ha oltre 15 anni di esperienza nel travel. Dal 2009 al 2015 è stato web project manager del magazine TTG Italia e delle fiere del gruppo. Dal 2015 al 2019 è stato direttore editoriale di webitmag.it, online magazine di Fiera Milano Media dedicato a turismo e tecnologia.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *