La cooperazione tra intelligenza artificiale (IA) e esseri umani, la produzione di dati sintetici e l’implementazione delle Remote Digital Tower rappresentano il futuro dell’aviazione. Deep Blue, azienda italiana leader nel settore della ricerca e innovazione, consolida la propria posizione con quattro nuovi progetti europei, ponendo l’IA al centro della propria strategia.

Deep Blue è infatti la prima PMI italiana per numero di progetti finanziati nell’ambito dei programmi Horizon dell’Unione Europea, con oltre 20 anni di esperienza nel settore dell’aviazione. Stefano Bonelli, Head of Innovative Human Factors, spiega: “Abbiamo iniziato a lavorare sull’intelligenza artificiale quando gli algoritmi di Machine Learning si sono dimostrati utili per ottenere informazioni in tempo reale sul carico di lavoro dei controllori di volo e dei piloti. Il nostro obiettivo è rendere efficienti e sicuri i team ibridi di esseri umani e assistenti digitali.”

Al giorno d’oggi, l’intelligenza artificiale può infatti essere di supporto in molti degli aspetti che riguardano l’aviazione. Può contribuire a migliorare la sicurezza, identificando potenziali rischi in tempo reale, analizzando grandi quantità di dati provenienti da sensori, radar e altri sistemi, con un livello di analisi ed una velocità superiori agli strumenti attualmente in uso. Può anche aiutare a prevedere e prevenire incidenti attraverso sistemi di avviso. Può essere utilizzata per la manutenzione predittiva, prevedendo possibili guasti o problemi degli aeromobili. Inoltre, gli algoritmi possono analizzare i dati meteorologici, il traffico aereo e altre variabili per ottimizzare le rotte di volo e ridurre i tempi di viaggio e il consumo di carburante.

L’Intelligenza Artificiale può inoltre fornire supporto ai piloti e al personale di terra nell’analisi dei dati e nella presa di decisioni complesse, ad esempio durante situazioni di emergenza o nell’ottimizzazione delle operazioni di volo. Nell’ambito della formazione e della simulazione l’IA può essere utilizzata per addestrare piloti, controllori del traffico aereo e personale di manutenzione in scenari realistici e complessi, migliorando l’efficacia della formazione. In ultimo, ma non di minore rilievo, l’IA può automatizzare dei processi come la pianificazione dei voli e la gestione del carico e supportare i controllori nel controllo del traffico aereo.

Quattro progetti europei per un’aviazione più sicura e sostenibile

1. ASTRA: gestione avanzata del traffico aereo

Il progetto ASTRA, finanziato da SESAR 3 Joint Undertaking, coinvolge partner di Malta, Spagna, Italia e Svizzera, tra cui istituzioni accademiche e fornitori di servizi di navigazione aerea. L’obiettivo è sviluppare uno strumento basato sull’IA per migliorare la gestione del traffico aereo e mitigare i punti critici di congestione. Deep Blue coordina la ricerca e il disegno sperimentale, oltre alla comunicazione del progetto.

2. SynthAIr: generazione di dati sintetici per i sistemi ATM

SynthAIr, finanziato da SESAR e Horizon Europe, mira a risolvere la sfida della disponibilità dei dati per l’IA nell’aviazione. Il progetto sviluppa il Universal Time Series Generator (UTG) per creare dati sintetici che rappresentano accuratamente nuovi dataset, facilitando lo sviluppo di strumenti basati sull’IA. Deep Blue valuta l’impatto dei metodi sviluppati e coordina la comunicazione tra i partner europei.

3. TRUSTY: Remote Digital Tower e IA

Il progetto TRUSTY, anch’esso finanziato da SESAR 3 Joint Undertaking, implementa l’IA nelle Remote Digital Tower (RDT). Queste torri digitali consentono la gestione remota del traffico aeroportuale attraverso la trasmissione video. TRUSTY mira a migliorare la trasparenza e l’affidabilità degli algoritmi, aumentando la fiducia negli strumenti digitali. Deep Blue analizza i risultati e redige il “Rapporto di Validazione” per valutare i benefici operativi delle soluzioni proposte.

4. CODA: team ibridi uomo-macchina

CODA (COntroller adaptive Digital Assistant) sviluppa sistemi per migliorare la collaborazione tra esseri umani e IA nella gestione del traffico aereo. Il progetto monitora e prevede gli stati mentali e i compiti dei controllori del traffico aereo, ottimizzando il carico di lavoro e la consapevolezza situazionale. Deep Blue coordina il progetto e si occupa della validazione del prototipo.

La visione di Deep Blue per il futuro dell’aviazione

Stefano Bonelli sottolinea l’importanza della sicurezza in aviazione: “L’introduzione dell’IA è guidata a livello europeo, con una stretta collaborazione tra enti di sicurezza, industrie e ricerca. L’IA può portare a una maggiore efficienza operativa, miglioramenti nella sicurezza e nella affidabilità, oltre a una migliore esperienza per passeggeri e operatori.”

Autore

  • Redazione Qualitytravel.it

    Qualitytravel.it è un web magazine b2b di approfondimento su turismo, business travel, marketing ed eventi: un punto di vista autorevole sui trend di settore e un utile strumento di lavoro per tutti i lettori. Il pubblico a cui ci rivolgiamo è prettamente professionale ed è composto da tutti coloro che lavorano nella filiera del turismo e degli eventi: gestori di hotel e di location, tour operator e agenzie viaggi, dmc e tmc locali, fornitori di servizi e agenzie di organizzazione eventi, trasporti e infrastrutture, attività di ristorazione e catering, divisioni marketing, travel, eventi ed hr delle aziende. Il nostro impegno è quello di fornire un’informazione puntuale su novità e trend del settore, raccontare case study e consigli utili per l’attività quotidiana, offrire uno spaccato del mondo del lavoro e notizie di attualità su business, marketing, bandi e gare di settore.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *