Il Gran Premio Octo di San Marino si colora con #rideoncolors e punta ai 65 milioni di indotto

E’ stato presentato ieri da Guido Meda al Boga Space di Milano #rideoncolors, il progetto voluto e promosso da Visit Romagna per “colorare” il Gran Premio Octo di San Marino e della Riviera di Rimini con il genio di un grande designer e i contenuti di una terra vocata alla passione per i motori.

Il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini, uno degli appuntamenti sportivi più importanti in Italia, si pone l’obiettivo di confermare anche quest’anno circa 160.000 appassionati nel weekend in circuito, epilogo di una settimana nella quale le manifestazioni collaterali del palinsesto di The Riders Land Experience attireranno turisti legati al motorsport (oltre 300.000 le presenze agli eventi nelle località della Riviera e di San Marino).

#Rideoncolors

“Con #Rideoncolors entra nel vivo il progetto – spiegano i promotori – partito nel 2017 dal Misano World Circuit con la colorazione delle vie di fuga della pista ad opera di Aldo Drudi. Un primo step che ha contaminato le scelte grafiche riguardanti il poster e che quest’anno abbraccia l’intera operazione coinvolgendo i territori. Una strategia che vuole saldare lo spettacolo alla cultura del motorsport. Cuore e managerialità insieme, per garantire all’industria dell’accoglienza un prodotto sempre più attraente e anche all’insegna della sostenibilità”.

Lo studio commissionato da Misano World Circuit a Trademark Italia fotografa un evento dalle straordinarie potenzialità. E’ di 62,139 milioni l’indotto economico misurato nell’edizione 2018, che si stima possa salire a 65 milioni per quella del 2019. Primato per le spese di alloggio, il 32% del totale (quasi 20 milioni). Poco meno, il 30%, la spesa per la ristorazione; segue lo shopping col 15,9% (10 milioni). Complessivamente oltre 182mila le presenze turistiche generate. A testimoniare l’efficacia dell’investimento prodotto è il moltiplicatore individuato: ogni euro investito per organizzare l’evento ne genera 7,1.

“La straordinaria avventura avviatasi nel 2007 – dicono i promotori del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini – alza ulteriormente l’asticella degli obiettivi da conseguire a fronte dell’investimento economico, peraltro molto ben compensato a vantaggio dell’industria dell’accoglienza, come dimostrano gli studi compiuti. Abbiamo consolidato l’evento sotto il profilo della partecipazione: nella stagione 2018 è stato il più partecipato in Italia, 10° su 19 tappe nel mondo con oltre 159mila spettatori nel weekend, il terzo più partecipato dai media con 601 operatori che provenivano da 34 Paesi ed un’audience televisiva vicina ai 4 milioni di telespettatori sulla piattaforma italiana”.

All’indotto economico va aggiunto l’enorme valore della comunicazione e della pubblicità collegata agli eventi e alle manifestazioni sportive che si svolgono all’interno del Circuito. Vari report dimostrano come la presenza di mwc sia un driver di importanza strategica per lo sviluppo economico e turistico del territorio circostante il Circuito, e dell’intera provincia di Rimini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *