HO Collection, gruppo alberghiero pugliese che conta cinque proprietà in Puglia e una a Roma, ha cominciato il 2023 con un’agenda ricca di novità: incoming in crescita, nuove acquisizioni e nuovi progetti in pipeline che segnano un inizio 2023 positivo.

I piani di espansione del gruppo sono rafforzati dopo una stagione estiva di successo che ha superato i risultati del 2019, il fatturato nel 2022 ha superato i 20 mln, una crescita della ADR (tariffa media giornaliera), pari al 20% rispetto al 2019 e un’occupazione che in media è cresciuta del 10%. Anche dal lato interno, gli sviluppi sono stati notevoli, con il numero dei dipendenti che ha subito un’importante crescita dai livelli pre-covid, registrando un aumento del 40,2% dei dipendenti. Inoltre, nel 2022, la quota rosa è salita del 65,39% con il management hotel composto per il 50% da donne (management Patria Palace Hotel, Hotel Delfino Taranto, I Turchesi Club Village).

Mattia De Gennaro, Managing Director di HO Collection ha commentato – “Questi dati sono un chiaro segnale di ripresa e l’inizio dell’epoca post covid. Con un totale di 6 alberghi che contano 905 stanze, nel 2022 sono state 166.516 le camere occupate, evidenziando un desiderio di tornare a viaggiare dopo due anni di politiche di restringimento e con un 2023 in cui abbiamo una view positiva e prevediamo un incremento totale dell’ ADR del 10% e un aumento del Fatturato del 12%” – ha concluso De Gennaro.

Le sei strutture attuali sono: il Patria Palace Hotel, cinque stelle all’interno di un palazzo storico nel cuore barocco di Lecce; The Nicolaus Hotel, storico indirizzo a Bari con un’anima MICE; l’Hi Hotel Bari, pensato per viaggiatori smart e connessi; I Turchesi Club Village, destinazione per famiglie con 152 appartamenti, a Castellaneta Marina; il Mercure Roma West e l’Hotel Delfino Taranto.

Nuova acquisizione: Borgo Barzae

Tra le novità 2023, c’è anche una nuova acquisizione chiusa alla fine di dicembre 2022. Si tratta dell’acquisto del Borgo Barzae nell’area di trulli e Barsento (tra i territori di Alberobello, Noci, Putignano e Castellana Grotte). Si tratta di un borgo costituito da 20 coni, una lamia, un terreno superiore ai 5 ettari e una cummersa, un abitazioni tipiche dal tetto spiovente che risale al 1300 d.c., antecedente pertanto al periodo dei trulli.

Mattia De Gennaro ha spiegato: “Questa acquisizione era in pipeline da lungo tempo e prevediamo l’apertura nel 2025. Trattandosi infatti di un immobile storico vincolato, considerato patrimonio culturale, dobbiamo prestare particolare attenzione per conservare la sua bellezza storia. Sarà una residenza che verrà utilizzata principalmente – ma non solo – dai gruppi corporate, amici o famiglie fino a 14 persone”. L’idea è di sviluppare un “concept luxury all’interno dei trulli che spesso – a causa delle dimensioni più ridotte rispetto alle masserie – sono meno diffusi come residenze luxury ma molto più autentiche” – ha concluso De Gennaro.

In un’epoca che si può finalmente definire “post pandemica” HO Collection non intende fermarsi e continua i suoi progetti di espansione. Tra le altre novità è prevista la costruzione di una spa al Patria Palace di Lecce, hotel 5 stelle, in cui lavori dovrebbero terminare nel 2024 e tante occasioni leisure, basti pensare agli appuntamenti presso il Ristorante Atenze che delizia gli ospiti con le proposte culinarie dello chef Ivan Bruno e che nelle sere d’estate si sposta sul celebre rooftop affacciato sulla Basilica di Santa Croce.

Autore

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *