di Francesca Ferrara

Sulla Strada Comunale Oriolese di Bassano Romano, quel che era ad inizio ‘900 una stalla, costruita dal mugnaio del paese oggi è uno spazio immerso nel verde, predisposto ad essere un piccolo bioparco, che permette di trascorrere momenti preziosi tra eventi e ricevimenti, tra cui il giorno delle nozze.

Il Passo dell’Acquavite nel corso del tempo ha cambiato molti titolari fino all’incendio degli anni ’70 che distrusse ciò che era al tempo un pollaio trasformandolo in un rudere e rifugio per animali selvatici.

chef ANDREA RAFFALDONI – Passo dell’Acquavite – ph. Francesca Ferrara

Il Passo dell’Acquavite si presta a vivere il tempo degli eventi preziosi come battesimi, comunioni e cresime e matrimoni, anniversari e ricevimenti. Ma non solo, è anche uno spazio che si trasforma in discoteca e che offre servizi di catering e baby sitting ed è ideale per compleanni e lauree.

La location ospita fino a 250 persone nel suo giardino ma anche nello spazio interno. Struttura versatile che si presta anche agli eventi aziendali, a convention e raduni ma anche a sessioni di cinema con l’allestimento di set scenografici e riprese per la comunicazione pubblicitaria.

 “La struttura era un ex pollaio andato a fuoco, diroccato per anni e dopo gli anni ’60 rilevato e trasformato nella bellissima location che è oggi” racconta lo chef Raffaldoni Andrea e continua: ”Oggi è anche un circolo enogastronomico e diamo la possibilità ai soci di organizzare degustazioni e corsi di cucina oltre che matrimoni ed eventi. La cucina classica italiana è di base ma anche cucina internazionale ma prediligo la proposta della tradizione italiana”.

Condividi: