In occasione di “Fa’ la cosa giusta!”, manifestazione con un focus sulla mobilità sostenibile e sul turismo responsabile, Touring Club Italiano ha annunciato i tre nuovi cammini certificati attraverso il programma “Cammini e Percorsi”, inaugurato nel 2020. L’evento, realizzato in collaborazione con “Fa’ la cosa giusta!”, ha visto la partecipazione di Francesco Tapinassi, Direttore Toscana Promozione Turistica; Federico Masciolini, Responsabile Programmazione Marketing, Valorizzazione Territoriale e Promozione Turistica Regione Umbria; Alessandro Mantuano, Presidente Associazione Il Cammino di San Francesco di Paola e Lucio Zazzara, Presidente Ente Parco Nazionale della Maiella. Per il Touring, presenti Isabella Andrighetti, Responsabile Certificazioni e Programmi Territoriali TCI e il giornalista Tino Mantarro che ha moderato l’incontro.

I tre nuovi cammini certificati dal TCI si estendono dal centro al sud Italia: la Via del Nord della Via di Francesco attraversa Toscana e Umbria per 189 km, facendo tappa in alcuni dei più iconici luoghi francescani – da Chiusi della Verna (AR) ad Assisi (PG) -, mentre con il Cammino di Celestino si scende in Abruzzo, dove il percorso copre una distanza di 90km che separa Sulmona (AQ) da Serramonacesca (PE), attraversando i panorami suggestivi del Parco della Maiella. Ci si sposta completamente a Sud per incontrare i paesaggi montuosi e boschivi della Via del Giovane del Cammino di San Francesco di Paola, in Calabria: 49 km per un percorso escursionistico che si estende da San Marco Argentano (CS) a Paola (CS).

Sostenibilità, autenticità dell’esperienza turistica e fruibilità del percorso: sono questi gli elementi che hanno permesso ai tre cammini di aggiudicarsi la prestigiosa certificazione dell’associazione che da sempre promuove un turismo responsabile, lento e consapevole.
I cammini certificati sono stati selezionati a seguito di un articolato processo d’analisi che, attraverso l’indagine di oltre 200 indicatori riassunti nel Modello di Analisi dei Cammini (M.A.C.), valuta la qualità complessiva dell’esperienza turistica: dalla segnaletica alla mobilità, dalla fruibilità delle risorse turistiche alla varietà dei servizi dedicati al camminatore, dalla governance del territorio alla sua promozione, fino alla manutenzione, pulizia e fruibilità del tracciato stesso.

I tre nuovi percorsi si aggiungono al cammino certificato nel 2020: il Sentiero del Viandante, che si estende per circa 50 chilometri sulla costa orientale del lago di Como, da Abbadia Lariana fino a Piantedo, passando per Bellano (Comune che ha ottenuto la Bandiera Arancione del TCI nel 2017).

Il Programma territoriale nazionale “Cammini e Percorsi Touring” promuove un modo di viaggiare sostenibile e autentico attraverso la valorizzazione e certificazione dei cammini e dei percorsi in Italia. L’applicazione del Modello di Analisi dei Cammini (M.A.C.) intende favorire l’avvio di un percorso di miglioramento dei territori attraversati dai cammini, mettendo in rete soggetti pubblici e privati e dando impulso all’imprenditorialità locale, affinché si traduca in benefici concreti economici e sociali.

Autore

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *