La compagnia low cost Wizz Air ha lanciato un appello alle compagnie aeree di linea per smettere di volare con posti vuoti in business class su voli sotto le cinque ore in un’ottica di sostenibilità ambientale

Secondo Wizz Air la classe business dovrebbe essere vietata su ogni volo a corto raggio. I passeggeri di classe business causano il doppio dell’impronta di carbonio di un passeggero di classe economica e l’industria è colpevole di preservare un modello inefficiente e arcaico. Per questo Wizz Air invita le altre compagnie aeree a impegnarsi a vietare totalmente i viaggi in business class per qualsiasi volo di meno di cinque ore. Wizz Air ha recentemente pubblicato un video per richiamare all’azione, che può essere visualizzato qui:

Una flotta di aeromobili con un impatto ambientale minore

Wizz Air attualmente ha emissioni di CO2 pari a 56,8gr / passeggero / km a ottobre 2019. Il modello di business ultra low-cost di WIZZ si basa su un elevato load-factor (95% in H12020) e una ben sfruttata disposizione della cabina per rendere il volo sostenibile e le emissioni di CO2 per passeggero il più basso possibile. Wizz Air si è impegnata a ridurre ulteriormente le proprie emissioni del 30% per ogni passeggero nei prossimi 10 anni e invita le altre compagnie aeree a fare altrettanto

József Váradi, CEO di Wizz Air Holding, ha dichiarato: “Wizz Air si dedica all’aviazione sostenibile e invitiamo tutte le altre compagnie aeree tradizionali a condurre le proprie attività in modo responsabile e smettere di volare con posti vuoti a corto raggio. L’industria nel suo insieme deve essere più aggressiva e vietare la business class sui voli a corto raggio. Chiediamo allo stesso tempo a tutti i viaggiatori di fare una scelta ben informata al momento della prenotazione di un volo. L’era del viaggio alla vecchia maniera è finita, così come la classe business.”

Autore

  • Redazione Qualitytravel.it

    Qualitytravel.it è un web magazine b2b di approfondimento su turismo, business travel, marketing ed eventi: un punto di vista autorevole sui trend di settore e un utile strumento di lavoro per tutti i lettori. Il pubblico a cui ci rivolgiamo è prettamente professionale ed è composto da tutti coloro che lavorano nella filiera del turismo e degli eventi: gestori di hotel e di location, tour operator e agenzie viaggi, dmc e tmc locali, fornitori di servizi e agenzie di organizzazione eventi, trasporti e infrastrutture, attività di ristorazione e catering, divisioni marketing, travel, eventi ed hr delle aziende. Il nostro impegno è quello di fornire un’informazione puntuale su novità e trend del settore, raccontare case study e consigli utili per l’attività quotidiana, offrire uno spaccato del mondo del lavoro e notizie di attualità su business, marketing, bandi e gare di settore.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *