collagamento caselle torino

Il 19 gennaio 2024 è stata una giornata importante per la mobilità della città di Torino e per il Piemonte, con l’inaugurazione della nuova linea ferroviaria Torino-Aeroporto-Ciriè-Germagnano. Questa linea, attesissima, collega direttamente il centro di Torino con l’Aeroporto di Caselle e le Valli di Lanzo, diventando una parte fondamentale della rete di trasporto pubblico locale e migliorando notevolmente l’accessibilità ai trasporti nella regione. La nuova linea è stata finanziata con oltre 230 milioni di euro, di cui 35 milioni stanziati dalla Regione Piemonte. Il progetto, che prevedeva la realizzazione di una nuova galleria di oltre 3 chilometri e importanti lavori di adeguamento, è stato approvato nel 2012, con i lavori appaltati nel 2017. La linea ferroviaria, lunga 42 km, è stata integrata nel network di Rete Ferroviaria Italiana dall’inizio del 2024 e presenta importanti aggiornamenti infrastrutturali per garantire la sicurezza e l’efficienza del servizio. Tra questi, l’installazione del Sistema di Controllo Marcia Treno (SCMT) e l’adeguamento di ponti e viadotti.

All’inaugurazione erano presenti il presidente Enac Pierluigi Di Palma e il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Matteo Salvini. “La linea ferroviaria inaugurata oggi, creando collegamenti importanti tra aeroporto e città, rappresenta la concretizzazione della politica della decarbonizzazione, che supera il pregiudizio ideologico nei confronti dell’aviazione civile favorendo la riconciliazione del trasporto aereo con l’ambiente. In questo contesto va riconosciuta la grande capacità degli amministratori di Ferrovie che, attraverso l’implementazione di infrastrutture come quella inaugurata oggi, sta dando realtà e concretezza all’integrazione “aria-ferro”, il cui valore è un aspetto fortemente evidenziato anche dal Piano Nazionale degli Aeroporti” – ha dichiarato il Presidente Di Palma.

Il collegamento tra Torino e l’aeroporto, ora operativo, è stato descritto come un’opera storica che promuove il turismo e la mobilità sostenibile nella regione. Offrirà servizi frequenti, con treni ogni 30 minuti nei giorni feriali e ogni ora nei giorni festivi, operando dalle 5 del mattino alle 23. L’intera tratta tra Torino e l’aeroporto può essere percorsa in circa 30 minuti. La linea sfmA Ciriè-Germagnano, parte integrante del progetto, vedrà 26 treni al giorno nei giorni feriali, aumentando nei weekend. Inoltre, sarà supportata da un servizio bus per completare la copertura del trasporto pubblico nella regione.

Questa nuova ferrovia non solo migliora la connettività del Piemonte ma rappresenta anche un importante passo avanti nella mobilità sostenibile, riducendo i tempi di percorrenza e offrendo un’alternativa al trasporto su strada. La linea è vista come un elemento chiave per lo sviluppo economico e turistico della regione, rendendo Torino più accessibile sia per i residenti che per i turisti.

Condividi:

Di Domenico Palladino

Domenico Palladino è editore, consulente marketing e formatore nei settori del travel, della ristorazione e degli eventi. Dal 2019 è direttore editoriale di qualitytravel.it, web magazine trade della travel & event industry. Gestisce inoltre i progetti editoriali di extralberghiero.it, dedicato agli operatori degli affitti brevi e cicloturismo360.it, per gli amanti del turismo su due ruote. Ha pubblicato per Hoepli il manuale "Digital Marketing Extra Alberghiero". Laureato in economia aziendale in Bocconi, indirizzo web marketing, giornalista dal 2001, ha oltre 15 anni di esperienza nel travel. Dal 2009 al 2015 è stato web project manager del magazine TTG Italia e delle fiere del gruppo. Dal 2015 al 2019 è stato direttore editoriale di webitmag.it, online magazine di Fiera Milano Media dedicato a turismo e tecnologia, poi ceduto a Quine - LSWR edizioni. Per contattarlo: domenico.palladino@qualitytravel.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *