Per un fine settimana fuori porta, l’Italia si conferma la meta preferita dai viaggiatori nazionali. Infatti, alla domanda: “Per i tuoi fine settimana fuori porta, ti orienti maggiormente verso una destinazione italiana o europea?” il 54% delle persone intervistate ha affermato di preferire l’Italia, il 26% non ha manifestato preferenze, mentre il restante 20% è più propenso a scegliere di uscire dai confini del nostro Paese.
Lo rivela la ricerca condotta da Volotea in collaborazione con Analytics Arts sulle attitudini e gli interessi dei viaggiatori italiani. L’indagine quantitativa condotta dalla compagnia aerea che collega le città europee di piccole e medie dimensioni, ha interessato un campione rappresentativo della popolazione, in termini di età, genere e area di provenienza e ha quindi coinvolto consumatori tra i 25 e i 70 anni che hanno preso un aereo nell’ultimo anno e sono residenti in tutte le regioni d’Italia.

Sono soprattutto le persone tra i 55 e i 64 anni (67%) insieme a quelle di età compresa tra i 65 e i 70 anni (60%) a preferire l’Italia. Seguono gli adulti dai 45 ai 54 anni (50,7%), le persone dai 35 ai 44 (48,6%) e infine i giovani tra i 25 e i 34 anni, con il 44,4% di intervistati che ha dichiarato di scegliere l’Italia, destinazione che risulta essere prediletta principalmente dagli uomini (58%) rispetto alle donne (49,8%). Sempre secondo l’indagine condotta da Volotea, i viaggiatori italiani sono interessati a visitare le capitali europee, così come a scoprire città più piccole e meno conosciute: il 67,6% apprezza entrambe le opzioni, mentre il 21,2% preferisce le capitali.
Quando si tratta di scegliere la destinazione per un fine settimana fuori porta, la maggior parte degli italiani si affida alle ricerche su Google (61,2%). Invece, il 30,8% del campione, composto prevalentemente dai giovani tra i 25 e i 34 anni, decide la propria meta tra quelle meno care e informandosi attraverso i social media. Inoltre, il costo del viaggio rappresenta un fattore determinate nella decisione della località per le vacanze brevi più per le donne che per gli uomini, che invece hanno dichiarato di affidarsi a Google.

Quanto, quando e con chi viaggiano gli italiani?

Si viaggia per piacere una o due volte l’anno (rispettivamente il 38,8% e il 36%) ed esiste una differenza
statisticamente significativa tra uomini e donne. Infatti, mentre il 41,6% degli uomini viaggia due volte l’anno e il 36,7% una sola volta, la quota delle donne che viaggia due volte l’anno si ferma al 30,6% e
raggiunge il 40,8% per quelle che si muovono una sola volta.
Emerge dalla ricerca che il 42% del campione non ha preferenze sul periodo in cui viaggiare, al secondo posto c’è chi preferisce andare in vacanza in bassa stagione (26%) e chi lo fa in alta, ma preferirebbe poterlo fare in un periodo economicamente più conveniente (13,2%). Significative differenze si manifestano per fasce d’età: i 65-70enni viaggiano soprattutto in bassa stagione (46%) e non hanno preferenze i giovani tra i 25 e i 34 anni (41,1%), le persone tra i 45 e i 54 anni (41,1%) e i 55-64enni (51,3%).
Infine, dalla ricerca risulta che gli italiani preferiscono viaggiare in compagnia della famiglia (54,8%), del partner (52%) o degli amici (30,6%), mentre solo il 14% sceglie le vacanze in solitaria.

Autore

  • Redazione Qualitytravel.it

    Qualitytravel.it è un web magazine b2b di approfondimento su turismo, business travel, marketing ed eventi: un punto di vista autorevole sui trend di settore e un utile strumento di lavoro per tutti i lettori. Il pubblico a cui ci rivolgiamo è prettamente professionale ed è composto da tutti coloro che lavorano nella filiera del turismo e degli eventi: gestori di hotel e di location, tour operator e agenzie viaggi, dmc e tmc locali, fornitori di servizi e agenzie di organizzazione eventi, trasporti e infrastrutture, attività di ristorazione e catering, divisioni marketing, travel, eventi ed hr delle aziende. Il nostro impegno è quello di fornire un’informazione puntuale su novità e trend del settore, raccontare case study e consigli utili per l’attività quotidiana, offrire uno spaccato del mondo del lavoro e notizie di attualità su business, marketing, bandi e gare di settore.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *