SAPIENS meet AI è il tema della quindicesima edizione di BTO – Be Travel Onlife, e svela subito il suo obiettivo: sarà la ricerca della centralità dell’elemento umano nel complesso rapporto con l’intelligenza artificiale a guidare la manifestazione di riferimento in Italia dedicata al connubio tra innovazione e turismo. Si terrà alla Stazione Leopolda di Firenze il 22 e 23 novembre. Oltre 100 eventi con alcuni tra i maggiori esperti del settore tra approfondimenti, seminari, workshop, contaminazioni e speech futuristici per conoscere le nuove tendenze tecnologiche applicate al travel, declinate nei 4 topic di BTO: Destination, Digital Strategy, Food &Wine Tourism e Hospitality.
BTO – Be Travel Onlife è un evento di Regione Toscana e Camera di Commercio di Firenze, da sempre attente alla competitività del turismo connesso alla sfida dell’innovazione digitale. L’organizzazione è affidata a Toscana Promozione Turistica, PromoFirenze e Fondazione Sistema Toscana.

Nei nuovi scenari delineati dai potenti software di Intelligenza Artificiale, AI generativa e da Chat GPT, in particolare, stiamo vivendo una profonda rivoluzione dai forti risvolti organizzativi, economici, sociali ed etici. A differenza del dibattito attuale, principalmente polarizzato sul conflitto tra intelligenza artificiale e umana, si è immaginato BTO come un viaggio che superi la contrapposizione tra i due elementi e faccia capire come l’AI cambierà l’esperienza di viaggio e l’organizzazione dei sevizi turistici in uno scenario che vede sempre centrale il fattore umano, Sapiens, appunto. Anche le statistiche uscite nell’ultimo periodo sui trend portano a questa direzione: le chatbots basate su AI hanno gestito le richieste dei clienti il 50% più velocemente rispetto agli operatori umani; l’intelligenza artificiale è stata in grado di rilevare il sentiment nelle recensioni degli hotel con un tasso di precisione del 95%; l’85% dei turisti ha provato e apprezzato le cucine e i ristoranti consigliate dall’intelligenza artificiale; l’analisi predittiva è stata in grado di prevedere la domanda di crociere con una precisione del 92%.

Il ricco programma di BTO, costruito dal direttore scientifico Francesco Tapinassi insieme agli 80 esperti dell’Advisory Board, indagherà a fondo il tema IA per delineare questo nuovo Sapiens dove l’Intelligenza artificiale raggiunge la sua massima espressione sempre e solo con la creatività umana.

Nel settore del turismo, l’Intelligenza Artificiale sta cambiando radicalmente l’esperienza di viaggio. Nella sezione curata da Emma Taveri, si esplorano le implicazioni e le opportunità legate all’IA per le destinazioni turistiche, concentrandosi su miglioramenti nelle interazioni e nell’ottimizzazione dell’esperienza dei visitatori. Sono previste discussioni su vari aspetti, tra cui la sostenibilità, le applicazioni nell’ambito degli eventi e le esperienze sensoriali immersiva.

Amy Wei di CTrip.com e Divya Khatri di Make My Trip condivideranno come l’IA venga utilizzata per anticipare e soddisfare le esigenze dei viaggiatori nell’ambito del turismo asiatico.

Il programma esplorerà anche le competenze necessarie per guidare le destinazioni turistiche nel futuro, con un focus sulla ricerca e confronti tra DMO e progetti italiani ed europei. Sarà affrontata la trasformazione digitale nelle destinazioni meno conosciute e come attirare le nuove generazioni attraverso la digitalizzazione della cultura.

Nel settore della strategia digitale, ci saranno discussioni sull’etica dell’IA e il suo impatto sulla società e il benessere individuale. La creatività basata sull’IA sarà esaminata, insieme alle applicazioni di AI generativa per la creazione di contenuti. Saranno presentati anche strumenti plug & play per il settore del viaggio.

Il turismo enogastronomico avrà un ruolo importante, con discussioni sulla qualità dei prodotti, nuove tecnologie e sostenibilità. Si esploreranno anche le applicazioni dell’IA nel mondo del vino e come essa possa migliorare l’esperienza dei turisti.

Nel settore dell’ospitalità, l’IA verrà esaminata da diverse prospettive, inclusi gli aspetti legati alle prenotazioni, alla gestione del brand, al Revenue Management e alle questioni etiche. Saranno presentati anche strumenti AI per la gestione delle e-mail e delle immagini.

BTO 2023 ospiterà una serie di eventi correlati all’innovazione, tra cui un focus sui dati nel turismo, una partnership con Phocuswright per una ricerca sull’IA nel turismo e premi per gli influencer che promuovono l’Italia.

Il programma completo di BTO 2023 è disponibile a questo link

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *