L’Italia è uno dei sei nuovi Paesi i cui cittadini potranno, dal primo dicembre 2023, entrare in Cina per max 15 giorni senza visto, anche per turismo. La regola, valida fino al 30 novembre 2024, si applicherà anche a Germania, Francia, Olanda, Spagna e Malesia.

La decisione della Cina di eliminare il requisito del visto per i cittadini di alcuni paesi europei, inclusa l’Italia, segna un importante cambiamento nelle relazioni internazionali e nel turismo.

Dettagli della Nuova Politica

La Cina ha annunciato che questa misura, parte di una politica unilaterale di esenzione, sarà operativa fino al 30 novembre 2024. Questo cambiamento, annunciato dalla portavoce del ministero degli Esteri cinese, Mao Ning, è stato introdotto per “facilitare lo scambio tra cinesi e stranieri, favorire uno sviluppo di alta qualità e un’apertura di alto livello” del Paese. I cittadini beneficiari di questa esenzione potranno entrare in Cina per affari, turismo, visite a parenti e amici, o semplice transito.

Implicazioni per il Turismo e i Rapporti Bilaterali

Questa decisione apre nuove prospettive per i viaggiatori italiani, facilitando l’accesso per turismo e affari. L’Italia, insieme ad altri paesi europei come Francia, Germania, Olanda, Spagna, e la Malesia, si trova ora in una posizione privilegiata per approfittare di questa opportunità. La facilitazione degli scambi culturali e commerciali potrebbe significativamente rafforzare le relazioni bilaterali tra l’Italia e la Cina.

Contesto Globale

Questa mossa della Cina segue un trend globale di facilitazione dei viaggi internazionali e di promozione del turismo, in un periodo in cui il mondo sta cercando di riprendersi dalle restrizioni dovute alla pandemia di COVID-19. La decisione cinese di esentare i cittadini italiani e di altri paesi europei dal visto è un segno tangibile di apertura e cooperazione internaz

Autore

  • Domenico Palladino

    Domenico Palladino è editore, consulente marketing e formatore nei settori del travel, della ristorazione e degli eventi. Dal 2019 è direttore editoriale di qualitytravel.it, web magazine trade della travel & event industry. Gestisce inoltre i progetti editoriali di extralberghiero.it, dedicato agli operatori degli affitti brevi e cicloturismo360.it, per gli amanti del turismo su due ruote. Ha pubblicato per Hoepli il manuale "Digital Marketing Extra Alberghiero". Laureato in economia aziendale in Bocconi, indirizzo web marketing, giornalista dal 2001, ha oltre 15 anni di esperienza nel travel. Dal 2009 al 2015 è stato web project manager del magazine TTG Italia e delle fiere del gruppo. Dal 2015 al 2019 è stato direttore editoriale di webitmag.it, online magazine di Fiera Milano Media dedicato a turismo e tecnologia.

Condividi:
Un pensiero su “La Cina non richiede più il visto per chi arriva dall’Italia”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *