credits photo: Bumba da Wikimediacredits photo: Bumba da Wikimedia

Nel 2023, l’Aeroporto di Torino ha raggiunto un traguardo storico nel suo volume di traffico aereo, superando per la prima volta il limite di 4,5 milioni di viaggiatori. Con un totale di 4.531.187 viaggiatori registrati, il 2023 ha mostrato un incremento dell’8% rispetto al 2022 e del 14,7% rispetto al 2019.

Questo incremento è principalmente dovuto alla forte ripresa del traffico aereo internazionale, che nel 2023 ha visto un aumento a 2,33 milioni di viaggiatori, con un incremento del 18,7% sul 2022 e del 15,1% sul 2019. Un contributo significativo a questa crescita è stato fornito dall’apertura di nuove rotte internazionali dirette offerte da Ryanair, che ha stabilito una base a Caselle dal novembre 2021 e vale più di metà del traffico dell’aeroporto. Quest’anno sono state introdotte nuove destinazioni, tra cui Alicante, Porto, Stoccolma e Vilnius, oltre al volo per Parigi Orly operato da Volotea. A questi si aggiunge il rinnovato traffico invernale dal Nord Europa, dall’Irlanda e dalla Gran Bretagna.

Le destinazioni internazionali più popolari sono state Londra, Parigi, Barcellona, Madrid e Monaco, seguite da Tirana, Francoforte, Amsterdam, Bruxelles Charleroi e Valencia. Tra le destinazioni con la maggiore crescita annuale rispetto al 2022, Tirana, Bruxelles Charleroi e Monaco si sono distinte con incrementi rispettivamente del 76%, 67% e 47%.

Nel settore nazionale, Catania è rimasta la destinazione più frequentata, seguita da Roma, Napoli, Palermo, Bari, Lamezia Terme, Brindisi, Cagliari, Olbia e Trapani. Dicembre 2023, con 356.271 viaggiatori, è stato il miglior dicembre nella storia dell’aeroporto di Torino, dopo che anche ottobre e novembre avevano stabilito nuovi record mensili.

Andrea Andorno, amministratore delegato di Torino Airport, ha espresso grande soddisfazione per questi risultati, attribuendo il successo alla crescente affluenza di viaggiatori internazionali, attirati da voli diretti a prezzi vantaggiosi e dalla ricchezza delle attrazioni turistiche della regione.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *