Nel’ultimo anno, l’industria dell’ospitalità ha subito una trasformazione significativa per venire incontro alle nuove esigenze degli ospiti. Hilton è in prima linea affinché, una volta che si potrà tornare a viaggiare, gli hotel siano pronti ad accogliere gli ospiti in totale sicurezza. Gordon Coles, Senior Vice President, Architecture, Design & Construction EMEA, Hilton, ci spiega come si sono adattati a queste nuove esigenze.

  1. Cambi nell’operatività: pulizia e igiene

Innanzitutto, ci sono stati cambiamenti significativi nell’ambito dell’operatività, per far sì che i nostri ospiti e i Team Member si sentano in totale sicurezza nei nostri hotel. Nel mese di giugno abbiamo lanciato Hilton CleanStay, per migliorare la pulizia e l’igiene in tutte le strutture del nostro portfolio. Le nuove misure – come i punti di igienizzazione delle mani e le regole di distanziamento – sono state introdotte con un occhio di riguardo verso il design, assicurando che l’estetica dell’hotel e l’esperienza degli ospiti siano preservate.
In una fase di sostanziale cambiamento, gli ospiti ora trovano anche rassicurante vedere i nostri staff dedicati alla pulizia al lavoro in hotel. Nell’ottica di una maggiore trasparenza, le linee di demarcazione tra il fronte e il retro dell’hotel stanno diventando meno nette, il che dà agli ospiti un maggiore senso di comfort.

  1. Design del prodotto: fondere esigenze ed estetica

L’attuazione di queste misure ha portato a una nuova tendenza: sistemi di igiene e pulizia ben progettati e attraenti. Dato che questi dispositivi sono destinati a rimanere per un po’ di tempo, molti hotel stanno cercando prodotti più discreti, che si fondano con il design generale dell’hotel, per esempio fioriere per creare eleganti dispositivi di schermatura, in modo che questi oggetti, altrimenti ingombranti, si inseriscano armoniosamente nell’ ambiente circostante.

  1. Spatial Design: ricongiungersi con la natura

Avevamo già iniziato a vedere alcuni grandi cambiamenti nel design degli spazi, cambiamenti che sono stati accelerati dalla pandemia. Il primo è una riconnessione con il mondo naturale. Con la pioggia o con il sole, gli ospiti sono sempre più alla ricerca degli spazi all’aperto di un hotel (con riparo e riscaldamento!) – specialmente in centro città. Gli spazi ricavati sui rooftop sono stati una piacevole alternativa durante i mesi autunnali – permettendo incontri fra amici all’aria aperta.
Anche il biophilic design, incentrato sul mondo della natura, sta vivendo una rinascita. I consumatori sono attratti da luoghi interni che propongono luce, ambienti pieni di verde, aria più pulita e un maggiore senso di benessere, fondendo spazi interni ed esterni.

  1. Spazi della lobby: il bisogno di flessibilità

Questa intersezione cruciale sta diventando rapidamente un alveare flessibile di attività, un luogo in cui gli ospiti si sentono benvenuti al loro arrivo – sia che vogliano rilassarsi mantenendo la distanza dagli altri, sia che vogliano godersi un drink in compagnia. Ora più che mai, gli spazi devono dare alle persone la scelta di socializzare (o meno) in modo che si sentano a loro agio. All’interno dei nostri spazi d’ingresso, possiamo creare una serie di ambienti che facilitano le connessioni sociali e rispondono a queste esigenze.
Il nostro marchio Canopy by Hilton è un ottimo esempio di questo concetto. L’area della lobby, chiamata Canopy Central, si trasforma con il passare della giornata, fornendo uno spazio flessibile per gli ospiti per rilassarsi, qualunque siano le loro preferenze.

  1. Tecnologia contactless – ma non senza un tocco umano

    Lanciata nel 2015, la Digital Key permette ai membri di Hilton Honors di fare il check-in, scegliere la loro stanza e aprire la porta della loro camera usando il loro dispositivo mobile. Il roll-out della tecnologia ha accelerato e ora è stato implementato in più di 5.000 hotel in tutto il mondo. Gli hotel si stanno comunque organizzando per garantire che, anche se gli ospiti scelgono di bypassare la reception utilizzando la Digital Key, i membri del team sono sempre presenti per farli sentire i benvenuti, sia che li aiutino con consigli sulle attrazioni locali sia che servano loro la colazione
  2. Servizi socialmente distanti

Alcuni ospiti potrebbero scegliere di ridurre il tempo che passano nelle aree pubbliche come i centri fitness. Questi ospiti possono scegliere di godersi il loro allenamento in tutta comodità nella loro stanza, grazie al Five Feet to Fitness. Le camere Five Feet to Fitness dispongono di oltre undici diverse attrezzature e accessori per il fitness e sono disponibili in hotel selezionati, tra cui DoubleTree by Hilton London Angel Kings Cross e l’Hilton Vienna Park, recentemente rinnovato.

Allo stesso modo, il Waldorf Astoria Maldives Ithaasfushi ha visto aumentare l’interesse per il pranzo nel suo ristorante Terra, costruito su un albero, Formato da sette capsule naturalmente distanziate, che ospitano due o quattro persone, il locale è perfetto per mantenere la distanza sociale!

Anche alcuni hotel italiani hanno organizzato diversi eventi sulle loro rooftop terrace, ad esempio il ciclo di eventi Vista 101 al Rome Cavalieri, A Waldorf Astoria Hotel e il ciclo di aperitivi, barbecue e musica dal vivo all’Hilton Lake Como

Condividi: