NH Hotel Group, parte di Minor Hotels, ha festeggiato l’apertura della sua tredicesima struttura milanese, NH Milano Corso Buenos Aires, situato all’angolo tra via Scarlatti e Corso Buenos Aires, via centralissima e mecca della moda e dello shopping con un evento che ha celebrato la tripla anima, pop, giovane e dinamica, del nuovo hotel meneghino del Gruppo.

Pop per la sua anima trendy, vivace e frizzante, perfetta per ospitare gli amanti dei must-have e della moda, sempre pronti ad essere al centro dell’attenzione e di una nightlife irriverente; Young perché dedicato ad un pubblico giovane e fresco, con una visione del mondo cosmopolita e una volontà continua di scoprire tutte le realtà nuove ed emergenti, dalla moda al food, fino ai luoghi del divertimento. Infine, Dynamic, perché i suoi spazi comuni sono stati pensati per essere vissuti appieno, con energia ed entusiasmo da personalità attive e instancabili, desiderose di vivere più esperienze possibili e farlo in modo dinamico, anche nei momenti di convivialità. Pop, young e dynamic sono anche i tre cocktail serviti nel corso della serata agli ospiti, in base al risultato di un test di personalità fatto all’ingresso: miscele originali che si possono trovare anche come signature cocktail al Mash-up Cocktail Bar situato al piano terra con accesso indipendente rispetto all’hotel.

NH Milano Corso Buenos Aires è un hotel che trae ispirazione dalla moda e dallo spirito giovane e dinamico del Corso, declinati in tutta la struttura, nelle aree comuni dell’hotel così come nelle 100 camere – di diverse tipologie, dalla standard alla superior, fino alle Junior Suite – arredate in stile contemporaneo e con cromie delicate e moderne. Le tonalità del grigio e del blu ben si sposano con il parquet e i materiali di prima qualità, illuminati dalle soluzioni di grandi firme del design. Per chi sceglie di soggiornare nelle Junior Suite con balcone, la luce naturale domina gli ambienti, entrando direttamente dai piccoli balconcini effetto milanese che si affacciano su Corso Buenos Aires per una vista unica sulla città.

Luogo ideale per scoprire la città dal punto più alto dell’hotel è la terrazza panoramica con vista sui tetti. Qui ogni mattina è possibile gustarsi una tranquilla quanto rinomata e ricca colazione firmata NH Hotels o organizzare in altri momenti della giornata cocktail party o eventi privati illuminati dalla luce del giorno o del tramonto, pochi metri sopra la frenesia milanese. Per completare l’esperienza in hotel la palestra panoramica offre uno spazio intimo dove mantenersi in forma anche in viaggio.

Ad arricchire il mood dell’intero hotel contribuisce un originale storytelling fotografico, realizzato dal giovane fotografo Antonio Mocchetti e sapientemente allestito in struttura da Alidem, i cui protagonisti sono stati quattro influencer – Andrea Dal Corso, Enock Barwuah, Ilaria Rodella e Francesca Litrico – che si sono prestati per interpretare le diverse anime dell’hotel. Le fotografie dal sapore street style scattate nel quartiere negli scorsi mesi diventano parte integrante dell’arredo del bar, della terrazza e di tutte le camere, rendendo ancora più trendy l’atmosfera.

Marco Gilardi, Operations Director NH Hotel Group Italy & USA, ha commentato: “Siamo molto entusiasti di aggiungere NH Milano Corso Buenos Aires al nostro portfolio milanese, in una città che è per noi una piazza strategica sia per i viaggi business che leisure. Inoltre, questo hotel ci permette anche di rivolgerci ad un target giovane, cosmopolita, sempre alla ricerca di nuovi stimoli. In tre parole: pop, young e dynamic. Siamo felici di poter offrire, anche in questo caso, servizi unici ai nostri clienti ed esperienze irripetibili, nel cuore di una delle città più vive ed emozionanti del panorama italiano ed europeo”.

La ricerca: le abitudini degli italiani legate al consumo di cocktail fuori casa

Per rispondere al meglio alle esigenze degli italiani, conoscere le abitudini di consumo ed essere sempre aggiornato su mode e tendenze, i cocktail più amati e i luoghi prescelti, NH Hotel Group ha anche commissionato ad AstraRicerche – istituto italiano di ricerche sociali e di marketing – un’indagine incentrata proprio sulla scoperta di come, quando, dove e perché gli italiani escono a bere un drink per un aperitivo o un cocktail dopo cena. Nel mese di febbraio e marzo 2023 sono stati raccolti numerosi dati interessanti, frutto della somministrazione di un questionario a un campione di più di 1000 persone di età compresa tra i 18 e i 65 anni intervistate online su tutto il territorio nazionale con la metodologia CAWI.
Dalla ricerca emerge che gli italiani amano molto uscire a bere fuori casa: oltre il 75% degli intervistati esce, infatti, almeno una volta al mese e di questi il 45% almeno una volta a settimana. Di questo sottogruppo, gli uomini superano le donne (50% vs 39%) e cambiano i risultati in base alle fasce di età. A uscire di più, almeno una volta a settimana, è la Gen Z (58%), seguita a ruota dai Millennials (50%), dalla Generazione X (40%) e dai Baby Boomers (34%), che preferiscono uscire 1 o 2 volte al mese (35%). I più assidui frequentatori di locali (più volte a settimana) vivono nel Triveneto (23%), seguito dal Nord Ovest (21%) e dal Centro (19%).

Sicuramente, un dato che accomuna la maggior parte degli intervistati è quello relativo ai motivi per cui si esce per bere qualcosa. Più del 63% ha dichiarato di farlo per stare con amici, parenti o conoscenti, evidenziando il carattere conviviale dell’attività. Al secondo posto della classifica troviamo la ricerca di relax (56%) e al terzo posto la volontà di divertirsi (37%). Stupiscono anche le percentuali relative al tema della scoperta: il 28% degli intervistati esce infatti per conoscere qualcosa di nuovo in termini di offerta food & beverage, il 26% per vedere nuovi locali o riscoprirli dopo diverso tempo.

In termini di location, le preferenze sono chiare: al primo posto c’è il locale all’aperto o con uno spazio aperto (51,1%), il preferito dalle donne (58%) e dai Baby Boomers (58%) soprattutto nel Nord Ovest (59%) e nel Triveneto (58%); seguono pub e birrerie (48,2%) i preferiti degli uomini (52%) e Millennials (53%) soprattutto al Nord Ovest (51%). Al terzo posto, i locali con musica dal vivo (circa 36%), in cui si riscontrano valori simili per uomini e donne (35% e 36%) e una netta preferenza di Millennials e Baby Boomers (40% e 36%) contro la Gen Z (29%), che si dice invece più convinta su discoteca, bar classici e cocktail bar (35%).

E quando si tratta del “bar di un hotel”? È un sì per l’11,5% degli intervistati ed è un luogo più apprezzato dagli uomini e dalla Gen Z che, insieme alla Gen X, si dicono i più interessati a questa soluzione, in particolare al Nord e al Sud. Per gli intervistati, infatti, il bar di un hotel è garanzia di un ambiente più ricercato in termini di allestimento e frequentazione, offre una buona carta cocktail e vini e un servizio di alto livello.
Anche le caratteristiche del locale in cui si beve qualcosa sono importanti. Per il 35,2% degli intervistati gli ambienti devono essere innovativi, insoliti o particolari; per il 23,5% alla moda e trendy, mentre per il 18,2% raffinati e ricercati. Chi tende a prediligere moda e raffinatezza sono le donne, mentre gli uomini sono più votati ad ambienti tradizionali, molto amati dai Baby Boomers (41,6%) in particolare nel Centro-Sud (31%). Chi ricerca la novità è ancora una volta la Gen Z, che insieme alla Generazione Y dei Millennials è sempre pronta a nuovi stimoli, in particolare in Triveneto e nel Centro. Al Nord Ovest, grande domanda di locali innovativi e insoliti (41%) e di posti con un’ambientazione particolare (oltre il 38%).

Emerge, comunque, per tutti i target una grande certezza: il momento preferito dagli italiani per bere qualcosa fuori casa è sicuramente l’aperitivo. Ben il 47% degli intervistati ha dichiarato che la sua serata ideale per bere qualcosa fuori inizi in questo momento, mentre il 26% ha indicato l’ora di cena e il 27% dopo cena. L’aperitivo si conferma essere un vero e proprio rito: più per le donne (51%) che per gli uomini (42%) e più per Millennials e Generazione X (rispettivamente 47% e 52%).
Tra i cocktail più amati, i grandi classici accompagnano questo momento: al primo posto si trova lo Spritz, amato dal 58% degli intervistati, principalmente donne e Generazione Z. Al secondo posto si posiziona invece il Mojito (43%), drink preferito dei Millennials (50%), mentre il Bellini, al terzo posto (26%) si attesta come il preferito della Generazione X e dei Baby Boomers.

Infine, altro dato interessante è quello relativo alla personalità. È stato chiesto, infatti, agli intervistati se si sentissero più pop (vivaci e frizzanti), young (giovani e freschi) o dynamic (attivi e instancabili) nei loro momenti fuori casa e il quadro che ne è uscito è una preferenza per i profili young e dynamic (rispettivamente 43,7% e 38,8%) mentre poche persone si sono definite pop, il 17,5%. A stupire sono invece i dati relativi a come si vorrebbe essere percepiti durante il cocktail time: young per il 34,7% degli intervistati, pop per il 21,4% e dynamic per il 43,9%. Un vero e proprio rimescolamento delle carte soprattutto per i Millennials, che si definiscono “young” ma vorrebbero essere più “dynamic”.

Patrizia Martello, trendforecaster, esperta di culture di consumo, docente di Ricerca Sociale all’Università IUAV di Venezia e alla NABA di Milano, commenta: “Questa ricerca conferma il gioco delle identità che tutti pratichiamo, nei nostri lifestyle ipermoderni. Le persone, nel loro ruolo di ‘consumatori’ esprimono molte e diverse dimensioni emozionali, di personalità, di stili, di modi che rendono l’esperienza di consumo un’esperienza di ‘libertà di essere’. E il momento dell’aperitivo fuori casa è un vero palcoscenico per mostrare uno dei nostri tanti sé, con l’outfit, i colori, il modo di essere, gli amici, i posti e quello che scegliamo di bere. Indipendentemente da età, sesso, reddito e ogni altra caratteristica ‘irrilevante’ in contesti di convivialità, tutti siamo un incredibile e misterioso mix di young, pop, dynamic e molto altro, insieme”.

Autore

  • Redazione Qualitytravel.it

    Qualitytravel.it è un web magazine b2b di approfondimento su turismo, business travel, marketing ed eventi: un punto di vista autorevole sui trend di settore e un utile strumento di lavoro per tutti i lettori. Il pubblico a cui ci rivolgiamo è prettamente professionale ed è composto da tutti coloro che lavorano nella filiera del turismo e degli eventi: gestori di hotel e di location, tour operator e agenzie viaggi, dmc e tmc locali, fornitori di servizi e agenzie di organizzazione eventi, trasporti e infrastrutture, attività di ristorazione e catering, divisioni marketing, travel, eventi ed hr delle aziende. Il nostro impegno è quello di fornire un’informazione puntuale su novità e trend del settore, raccontare case study e consigli utili per l’attività quotidiana, offrire uno spaccato del mondo del lavoro e notizie di attualità su business, marketing, bandi e gare di settore.

    Visualizza tutti gli articoli

Autore

  • Redazione Qualitytravel.it

    Qualitytravel.it è un web magazine b2b di approfondimento su turismo, business travel, marketing ed eventi: un punto di vista autorevole sui trend di settore e un utile strumento di lavoro per tutti i lettori. Il pubblico a cui ci rivolgiamo è prettamente professionale ed è composto da tutti coloro che lavorano nella filiera del turismo e degli eventi: gestori di hotel e di location, tour operator e agenzie viaggi, dmc e tmc locali, fornitori di servizi e agenzie di organizzazione eventi, trasporti e infrastrutture, attività di ristorazione e catering, divisioni marketing, travel, eventi ed hr delle aziende. Il nostro impegno è quello di fornire un’informazione puntuale su novità e trend del settore, raccontare case study e consigli utili per l’attività quotidiana, offrire uno spaccato del mondo del lavoro e notizie di attualità su business, marketing, bandi e gare di settore.

    Visualizza tutti gli articoli
Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *