Il colosso del lusso LVMH, che possiede, tra gli altri, i marchi Fendi, Luois Vuitton e Dom Perignon, ha realizzato un’importante acquisizione con l’accordo per rilevare il brand dell’ospitalità Belmond che detiene 46 attività tra hotel, treni e location tra Europa e Asia ed è tra i principali player nell’organizzazione di eventi e meeting di alta gamma. Metà di questi asset sono in Italia: tra questi ci sono ad esempio l’hotel Cipriani di Venezia, il Caruso di Ravello, l’hotel Splendido di Portofino e Villa San Michele a Fiesole. La società, quotata alla Borsa di New York, detiene anche il marchio Orient Express.

Il valore dell’operazione di acquisizione  è di 3,2 miliardi di dollari di cui 2,6 miliardi cash: la transazione, valorizzata a 25 dollari per azione con un premio di 7 dollari sul prezzo di chiusura del 13 dicembre scorso, una volta ottenute le approvazioni delle autorità, dovrebbe chiudersi entro la prima metà del 2019.
Il gruppo LVMH è già presente nel mondo dell’hotellerie di lusso con gli hotel a marchio Bulgari e con la catena Cheval Blanc alle Maldive.

Autore

  • Domenico Palladino

    Domenico Palladino è editore, consulente marketing e formatore nei settori del travel, della ristorazione e degli eventi. Dal 2019 è direttore editoriale di qualitytravel.it, web magazine trade della travel & event industry. Gestisce inoltre i progetti editoriali di extralberghiero.it, dedicato agli operatori degli affitti brevi e cicloturismo360.it, per gli amanti del turismo su due ruote. Ha pubblicato per Hoepli il manuale "Digital Marketing Extra Alberghiero". Laureato in economia aziendale in Bocconi, indirizzo web marketing, giornalista dal 2001, ha oltre 15 anni di esperienza nel travel. Dal 2009 al 2015 è stato web project manager del magazine TTG Italia e delle fiere del gruppo. Dal 2015 al 2019 è stato direttore editoriale di webitmag.it, online magazine di Fiera Milano Media dedicato a turismo e tecnologia.

Condividi: