Little Hotelier è il software di gestione alberghiera all-in-one pensato da SiteMinder e dedicato alle piccole strutture ricettive, che assicura automatizzazione dei task quotidiani, presenza sui canali più visitati dai potenziali ospiti e la possibilità di prenotazioni dirette sul sito.

In uno scenario in cui il flusso delle prenotazioni verso le strutture italiane è in aumento, è importante per le piccole realtà massimizzare la presenza online e far leva su un tool dedicato alla crescita del business, anche per raggiungere gli ospiti internazionali. Il flusso turistico in Italia, infatti, sta finalmente raggiungendo i livelli pre-pandemia. Secondo Istat, i primi dati provvisori del 2023 riferiti al bimestre gennaio-febbraio sembrano confermare la definitiva ripresa del turismo nel nostro Paese (+45,5% le presenze complessive rispetto allo stesso periodo del 2022), con una crescita sia delle presenze straniere (+70,5%) sia di quelle domestiche (+28,8%). Le presenze sono aumentato del 39,3% rispetto al 2021; grazie soprattutto al ritorno dei turisti stranieri. A confermare questi numeri, anche la ricerca Hotel Booking Trends 2023 di SiteMinder che ha mostrato come le prenotazioni verso le strutture italiane siano in crescita: nel 2022, si è attestato un incremento del 108% sul 2019 e del 52% sul 2021; con il 70% delle prenotazioni provenienti dall’estero a marzo 2023.

Little Hotelier, secondo classificato come miglior sistema di gestione alberghiera tra oltre 200 principali tech provider agli HotelTechAwards 2023, mette a disposizione degli albergatori un sistema di reception per gli hotel in grado di automatizzare le mansioni quotidiane e gestire prenotazioni, camere e tariffe da un unico calendario. Il sistema elabora le funzioni amministrative in semplicità anche attraverso app per dispositivi mobili, e aiuta a ridurre la mole di lavoro, lasciando più tempo da dedicare alla cura degli ospiti. Inoltre, grazie al rilascio della nuova app per dispositivi mobili, centinaia di migliaia di gestori di piccole strutture ricettive potranno lavorare da qualsiasi luogo. Grazie al Channel manager di Little Hotelier è possibile, inoltre, aumentare la visibilità online delle strutture alberghiere attraverso il collegamento a più di 400 canali (tra cui Booking.com, Airbnb, Hostelworld e Agoda), consentendo agli albergatori di ottenere fino al 46% di prenotazioni in più. Il tool permette alle strutture di aumentare anche il numero di prenotazioni dirette fino al 43% grazie alla possibilità di integrare il motore di prenotazione direttamente sul sito web della struttura, risparmiando fino a 35 minuti a prenotazione. In questo modo è possibile ottenere un ritorno sugli investimenti 63 volte maggiore.
Una piattaforma, quindi, di facile utilizzo che copre tutte le principali funzionalità richieste dagli albergatori: reception, motore di prenotazione, channel manager, report e insight, pagamenti e website builder.

In qualità di partner principale dei piccoli albergatori, Little Hotelier ha inoltre analizzato i dati di oltre 100 milioni di prenotazioni generate ogni anno attraverso SiteMinder per restituire l’andamento delle prenotazioni nelle piccole strutture italiane degli ultimi quattro anni. I risultati del Local Booking Insights di Little Hotelier sottolineano una maggiore fiducia da parte dei viaggiatori che tornano a viaggiare con una diminuzione dei tassi di cancellazione (passando dal 39% durante nel 2020, al 25% nel 2021, fino al 24% nel 2022) e un aumento dell’intervallo medio di prenotazione (34 giorni di anticipo rispetto alla data di check-in, +62% sul 2021), anche in presenza di un incremento dei prezzi. I dati mostrano infatti che gli aumenti dei prezzi sono stati più significativi per le strutture italiane più piccole. Il confronto tra il 2019 e il 2022 evidenzia che il costo medio di una camera nelle piccole strutture italiane (da 1 a 20 camere) è aumentato del 33%. A fronte di un aumento del 26% emerso in tutte le strutture italiane nello stesso periodo, dove settembre è stato il mese che ha registrato le tariffe più alte, con costi superiori del 90% rispetto a gennaio (mese caratterizzato dai prezzi più economici).

Per quanto riguarda invece i canali che hanno generato i maggiori ricavi durante il 2022, le prenotazioni effettuate direttamente sui siti sono state la fonte di ricavi più importante per le piccole strutture italiane rispetto agli hotel di maggiore dimensione. Le strutture da 1 a 20 camere sono state quindi in grado di dirigere il traffico di visitatori sui propri motori di prenotazione e assicurarsi che i soggiorni venissero confermati direttamente.

Recentemente Little Hotelier ha annunciato inoltre l’integrazione con Bed-and-Breakfast.it, portale che conta oltre 10.000 proprietà italiane, per consentire a un maggior numero di strutture locali di entrare in contatto con i milioni di viaggiatori che ogni anno effettuano prenotazioni su bed-and-breakfast.it.

Autore

  • Redazione Qualitytravel.it

    Qualitytravel.it è un web magazine b2b di approfondimento su turismo, business travel, marketing ed eventi: un punto di vista autorevole sui trend di settore e un utile strumento di lavoro per tutti i lettori. Il pubblico a cui ci rivolgiamo è prettamente professionale ed è composto da tutti coloro che lavorano nella filiera del turismo e degli eventi: gestori di hotel e di location, tour operator e agenzie viaggi, dmc e tmc locali, fornitori di servizi e agenzie di organizzazione eventi, trasporti e infrastrutture, attività di ristorazione e catering, divisioni marketing, travel, eventi ed hr delle aziende. Il nostro impegno è quello di fornire un’informazione puntuale su novità e trend del settore, raccontare case study e consigli utili per l’attività quotidiana, offrire uno spaccato del mondo del lavoro e notizie di attualità su business, marketing, bandi e gare di settore.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *