Gruppo So.Ges, realtà specializzata nella gestione indipendente di strutture ricettive del comparto 4 stelle, dopo le recenti acquisizioni sul mercato toscano approfondisce il tema dell’occupazione nel mondo del turismo. Un settore questo che sta guardando sempre più alle tematiche ESG e alla sostenibilità, soprattutto sociale. Si stanno diffondendo dunque best practice in ambito HR che consentono di valorizzare al massimo le potenzialità del singolo, prestando attenzione ad aspetti quali il corretto equilibrio tra lavoro e vita privata, equa retribuzione e benefit aggiuntivi.

Cristina Galardi, Direttrice HR del Gruppo So.Ges, afferma: “Noi di So.Ges ci impegniamo quotidianamente per garantire un ambiente di lavoro che sia focalizzato sulle nostre persone e sulle loro necessità. Le varie politiche in ambito HR che abbiamo attuato ne sono la riprova: turni che prevedono 2 giorni liberi a settimana, banca ore, formazione, contrattualistica corretta e rapporti basati su stima e fiducia. Siamo convinti che l’elevato standard dei servizi che offriamo ai nostri ospiti sia il riflesso naturale del contesto equilibrato, giusto e dedito all’ascolto che abbiamo creato in So.Ges dalla sua fondazione”.

Tempo libero per tutti

L’attenzione verso il work life balance è una priorità per l’azienda che, infatti, riconoscendo l’importanza dell’equilibrio tra vita privata e professionale, offre ai propri dipendenti 2 giorni liberi a settimana. Questo viene valutato positivamente sia dai candidati, che reputano tale elemento talmente favorevole da essere incisivo nell’invio della propria candidatura, che dai dipendenti, influenzando la loro permanenza in azienda. Inoltre, l’azienda consente ai propri dipendenti, tenendo in considerazione il settore in cui opera, di prendere le ferie anche nel periodo dell’alta stagione.

Il riconoscimento del tempo di ognuno

La giusta retribuzione, ma anche il giusto valore del tempo, vengono garantiti da So.Ges attraverso il riconoscimento delle ore extra trascorse al lavoro: il Gruppo, infatti, prevede per tutti i lavoratori – indipendentemente dal contratto in essere – il conteggio degli straordinari. Per il personale dipendente, questi possono essere considerati come banca ore attraverso la quale recuperare lo straordinario bilanciandolo con altrettante ore libere (ROL). Ai lavoratori stagionali, invece, viene fornita la possibilità di ricevere la rimunerazione direttamente in busta paga.

Parola d’ordine: comunicazione

Un rapporto professionale basato sull’estrema cura delle persone presuppone una comunicazione aperta e, soprattutto, l’ascolto. Per sostenere queste pratiche sono previsti in primis incontri regolari con i responsabili delle varie strutture. Solo grazie a questi elementi si riesce a instaurare un clima diffuso di fiducia per far sentire le persone accolte e importanti. Inoltre, al fine di abbattere totalmente le barriere linguistiche e culturali, So.Ges, laddove necessario, si avvale di figure preposte e dedicate come ad esempio i mediatori.

Un rapporto lavorativo basato sulla continuità

Il settore dell’ospitalità è al momento caratterizzato da un elevato ricambio del personale che in So.Ges si limita anche instaurando un rapporto diretto con i propri dipendenti. I contratti, dove possibile, non vengono quindi stipulati con fornitori o aziende terze ma direttamente con i lavoratori, che diventano parte integrante dell’organico della società e possono così beneficiare di tutte le politiche HR messe in atto. Un’attenzione che si riflette anche sulla tipologia di contratto stipulato: considerando la totalità degli accordi in essere, il 65% circa è a tempo indeterminato.

Welfare, orientamento ai risultati, tariffe agevolate e formazione

Tra i prossimi passi della strategia HR che verranno attuati a breve, un piano welfare e un ulteriore incentivo rappresentato da premi basati sulla propria performance, sull’andamento di So.Ges ma anche su quello delle singole strutture. Tra i benefit offerti dal Gruppo è da annoverare, tra l’altro, “Family and Friends”, il piano che offre a tutti i dipendenti di soggiornare a tariffe agevolate presso le strutture della catena. Dal punto di vista formativo, per completare le skill altamente professionali richieste dall’ambito di riferimento, viene offerta ai lavoratori un’ampia gamma di corsi, oltre a quelli previsti dalla normativa, per acquisire abilità sia soft che hard. Tra questi corsi di lingua per addetti alla sala e al ricevimento e master per responsabili di struttura.

Autore

  • Redazione Qualitytravel.it

    Qualitytravel.it è un web magazine b2b di approfondimento su turismo, business travel, marketing ed eventi: un punto di vista autorevole sui trend di settore e un utile strumento di lavoro per tutti i lettori. Il pubblico a cui ci rivolgiamo è prettamente professionale ed è composto da tutti coloro che lavorano nella filiera del turismo e degli eventi: gestori di hotel e di location, tour operator e agenzie viaggi, dmc e tmc locali, fornitori di servizi e agenzie di organizzazione eventi, trasporti e infrastrutture, attività di ristorazione e catering, divisioni marketing, travel, eventi ed hr delle aziende. Il nostro impegno è quello di fornire un’informazione puntuale su novità e trend del settore, raccontare case study e consigli utili per l’attività quotidiana, offrire uno spaccato del mondo del lavoro e notizie di attualità su business, marketing, bandi e gare di settore.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *