Un’intera isola destinata agli eventi: si tratta di Yas Island, una delle più grandi isole artificiali del pianeta, costruita ad Abu Dhabi con un investimento di 40 miliardi di dollari. L’isola già ospita il circuito di Formula 1 dell’emirato, Yas Marina, dove a dicembre 2020 si è svolto il Gran Premio di Abu Dhabi, nonché i parchi a tema Yas Waterworld, Warner Bros. World Abu Dhabi e Ferrari World Abu Dhabi, oltre a ristoranti, campi da golf e hotel. Proprio l’esperienza del Gran Premio, e prima ancora, in autunno, l’evento di arti marziali UFC Fight Island con 2500 persone, hanno spinto Abu Dhabi a convertire tutta l’isola a “Safe Zone” dove ospitare molti altri eventi in sicurezza. All’interno della Safe Zone si trovano infatti anche la du Arena, forum all’aperto noto per i concerti di portata internazionale, e l’Etihad Arena, destinata a diventare la più grande area indoor polivalente della regione, grazie alle sue 18.000 sedute.
A questo progetto, che sta rilanciando Abu Dhabi come destinazione Mice in netto anticipo rispetto ad altre destinazioni business nel mondo, si aggiunge il protocollo Go Safe, una certificazione che applica i più alti standard di sicurezza e igiene a livello globale negli hotel, nelle attrazioni, nei centri commerciali, nelle strutture ricettive e nei luoghi pubblici dell’emirato, che includono test diffusi, servizi igienici in tutta la città, distanziamento sociale e servizi sanitari avanzati.

Molto rigoroso anche il protocollo di ingresso che prevede tampone e quarantena all’ingresso, con la sola eccezione di una Green List di Paesi che viene aggiornata ogni 15 giorni. Chi proviene da un paese della Green List non è obbligato a fare la quarantena ma deve comunque effettuare il tampone pre ingresso che viene ripetuto ogni 6 giorni di permanenza. Una best practice che molti altri paesi stanno prendendo ad esempio per accelerare la ripartenza

Tutte queste precauzioni consentono così già oggi di effettuare eventi in sicurezza e di soggiornare nella quasi totalità delle strutture della capitale, visitando tutti i siti turistici principali certificati a marchio Go Safe, gli spazi outdoor, i centri commerciali. Non solo quindi una destinazione business, ma anche una meta che consente un po’ di svago, ritrovando lo spirito bleisure perduto in un anno di pandemia globale.

Un’isola felice, capace di sorprendere, dove scoprire tradizioni centenarie, un ricco patrimonio culturale e la promessa di un’avventura nel deserto con alte dune modellate dal vento, oltre a hotel di lusso, location all’avanguardia e la bellezza autentica di un paesaggio incantevole.

Al centro di tutto c’è l’organizzazione certosina: l’Abu Dhabi Convention & Exhibition Bureau, in rappresentanza delle tre regioni chiave Abu Dhabi city, Al Ain, Al Dhafra, supporta l’organizzazione di eventi e promuove l’emirato come destinazione leader a livello mondiale nel settore del turismo congressuale, in collaborazione con le eccellenze della filiera locale. Con il programma Advantage Abu Dhabi, il Bureau offre incentivi, consulenza gratuita e supporto completo, anche economico, nella pianificazione step by step di un evento di successo, allo scopo di rafforzare le relazioni commerciali con l’industria locale e migliorare l’esperienza degli ospiti.

Un evento Mice permette così anche di riscoprire il piacere di fare turismo tra le tante attrazioni che Abu Dhabi offre:

CULTURA

Molti siti culturali dell’emirato hanno riaperto già dal 24 giugno a partire dall’imperdibile Louvre Abu Dhabi. Meritano una visita anche Qasr Al Hosn, Cultural Foundation e Artists in Residence studio. Riaperte anche le aree all’aperto dell’Oasi di Al Ain, Qasr Al Muwaiji, Al Jahili Fort e Al Ain Palace Museum. A questi si sono di recente aggiunti anche Qasr Al Watan, Sheikh Zayed Grand Mosque: abbastanza anche per chi decide di trascorrere un lungo periodo di Smart Working al caldo.

BENESSERE

Yas Island ha recentemente annunciato il lancio di “Yas Wellness Program”, un’iniziativa che assicura a tutti i visitatori e potenziali ospiti una linea di comunicazione diretta con i membri di un team dedicato che risponde a tutte le domande prima di una visita sull’isola.
In alternativa Pura Eco Retreat – Jubail Island è un luogo unico e ideale per rilassarsi e rigenerarsi. Promuove il benessere a 360 gradi mettendo al centro la cura della persona e del territorio, sostenendo un minor impatto ambientale, preservando la natura, favorendo la consapevolezza ambientale, grazie a scelte differenti e pratiche sostenibili.

SPORT

Yas Marina Circuit celebra l’attività fisica promuovendo il programma TrainYAS™. Si può andare in bicicletta, fare jogging o una piacevole passeggiata al tramonto, sulla pista di Formula 1 più esclusiva di tutti i tempi. Non molto distante CLYMB Abu Dhabi è l’hub dell’avventura indoor, detentore di due GUINNESS WORLD RECORDS per il più grande impianto di skydiving e la parete di climbing al coperto più alta del mondo. Aperto da un anno, sta introducendo nuove attrazioni e percorsi.

PARCHI

Warner Bros. World Abu Dhabi ha festeggiato gli 80 anni di Bugs Bunny e offre un’esperienza unica nel mondo dei personaggi animati della propria infanzia mentre Yas Waterworld permette di scoprire un nuovo suggestivo concept di parco acquatico.
Ferrari World Abu Dhabi ha compiuto dieci anni inaugurando due nuove esaltanti esperienze: Roof Walk, per scalare l’iconico tetto rosso del parco a tema e ammirare la spettacolare vista di Yas Island, e Zip Line, una doppia sfida in velocità su un percorso che parte dal cuore del parco e attraversa il giro delle montagne russe Flying Aces.

RISTORANTI

La scelta dei ristoranti ad Abu Dhabi è a dir poco stimolante: cucina tipica, cucina internazionale, esclusivi ristoranti stellati e locali alla moda dove sperimentare il lifestyle della capitale.
Tra le migliori esperienze culinarie all’aperto da vivere sull’isola di Yas, il ristorante libanese Zahr El Laymoun offre sublimi piatti tradizionali speziati. Chic, sofisticato e di classe, Iris rimane una delle mete preferite per godersi il tramonto sul mare gustando deliziose proposte di pesce fresco. Cipriani Yas Island resta un’istituzione, con i migliori gusti della cucina italiana ispirati dalla storia di Giuseppe Cipriani, vantando i piatti d’autore dell’originale hotel veneziano. L’emiratino Al Fanar Restaurant & Café, presso lo Yas Mall, popone piatti della tradizione per un’immersione nell’autentica atmosfera locale, mentre Aquarium, a Yas Marina, presenta un menù di pesce contemporaneo adatto anche ai sushi lover.

Cipriani Yas Island
Condividi: