Skyscanner si affida a PRTG Network Monitor

Skyscanner ha scelto PRTG Network Monitor per migliorare i flussi di lavoro. Concepito da viaggiatori per i viaggiatori, Skyscanner offre a chiunque l’opportunità di trovare voli, hotel e automobili a noleggio. Il successo del sito si basa sulla sua tecnologia proprietaria e pionieristica nel suo settore che opera attraverso svariati collaboratori di oltre 50 nazionalità diverse.

La sfida

Essendo un’attività esclusivamente online, Skyscanner deve offrire un servizio affidabile e costante ai propri clienti e partner. E non può farlo senza una rete interna stabile e sicura. Per garantire che i dipendenti possano lavorare in modo fluido, Skyscanner si affida a insight costanti e aggiornati sulle prestazioni del suo network. Il monitoraggio dei sistemi ha un ruolo vitale per mantenere la tecnologia operativa ed evitare interruzioni del servizio.

Tuttavia Skyscanner si è resa conto recentemente che la soluzione di monitoraggio che utilizzava era troppo costosa in termini di supporto globale. La soluzione era anche troppo complessa da usare, richiedeva molte conoscenze approfondite da parte dell’individuo che lavorava con il software e quindi limitava la quantità di persone che potevano usarlo. Poiché Skyscanner è un’azienda completamente basata su cloud, questo fornitore di soluzioni non era adatto a soddisfare le sue esigenze che richiedono anche la capacità di configurare sensori a velocità, adattandosi rapidamente ai cambiamenti della sua infrastruttura di rete interna.

La scelta di PRTG

Skyscanner ha cercato una soluzione in grado di automatizzare la supervisione quotidiana dei sistemi al fine di creare condizioni di lavoro fluide e senza ostacoli per il team. PRTG XL1 di Paessler ha offerto esattamente la soluzione che serviva all’azienda.

Skyscanner utilizza attualmente oltre 6000 sensori appoggiandosi a PRTG XL1. Questo numero può variare su base giornaliera data la flessibilità nel poter aggiungere o rimuovere i sensori. Skyscanner ha scelto PRTG perché questa soluzione libera il team dal compito di supervisionare tutto da soli. I sensori possono essere implementati facilmente, monitorano tutti gli interruttori e avvisano il team di potenziali problemi quando si presentano. Questo è ancora più importante dal momento che Skyscanner non dispone di un team IT interno tradizionale.

In seguito all’integrazione di PRTG con AWS, utilizzando CloudFormation e PowerShell per l’automazione, Skyscanner ha deciso di valutare l’esperienza utente in tutte le divisioni di ciascuno dei suoi uffici.

I benefici sull’attività quotidiana

Grazie all’implementazione di PRTG, Skyscanner è ora in grado di raccogliere dati sulle prestazioni della rete, monitorarne l’utilizzo e osservare il suo andamento, il tutto in tempo reale. Con PRTG, la compagnia di viaggi ha ridotto il tempo dedicato alla supervisione della rete da mezza giornata a soli 20 minuti, grazie alla capacità di replicare i sensori e automatizzare le attività. La società è stata quindi in grado di migliorare le condizioni generali di lavoro dei suoi dipendenti sulla rete interna. Skyscanner è stato anche in grado di automatizzare la sua capacità di prevedere e anticipare potenziali problemi, che era necessario in assenza del tradizionale servizio IT.

Inoltre, il team di rete di Skyscanner ha migliorato le sue relazioni con altri collaboratori. PRTG garantisce che le informazioni di sistema più recenti siano sempre salvate e accessibili. E se qualcosa impedisce ai partner di accedere ai dati critici, PRTG lo segnalerà. Skyscanner ha vinto molte piccole sfide interne grazie a PRTG, la soluzione che ha dimostrato che le misure prese dai sensori salgono e scendono in modo prevedibile. Gli scenari dei sensori monitorati hanno permesso al team di prepararsi in anticipo per qualsiasi evenienza.

Barry Kelly, ingegnere di sistema a Skyscanner, spiega: “Alla fine, le persone lavorano meglio quando si concentrano sulla risoluzione di un compito, e non sullo strumento. Questo è il mantra che seguiamo a Skyscanner. Senza PRTG, passeremmo ancora una mezza giornata se non di più a supervisionare i nostri strumenti interni. Con un piccolo team che gestisce la rete di Skyscanner, avevamo bisogno di un tool in grado di automatizzare la parte essenziale del procedimento, in modo da aiutarci a portare a termine il lavoro. PRTG è l’ideale per un’azienda internazionale come la nostra. Se qualcosa dovesse guastarsi dall’altra parte del mondo, non saremmo svegliati, poiché possiamo contare su PRTG che è in grado di identificare il problema e avvisarci prima che si verifichi, permettendo alla persona giusta, a seconda del fuso orario, di risolverlo. Infine, se vogliamo offrire ai nostri dipendenti una qualità di rete interna che soddisfi le aspettative, è necessario uno strumento come PRTG per raggiungere questo obiettivo”.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *