Si terrà l’11 settembre negli spazi della Fondazione Ente dello Spettacolo, presso l’Hotel Excelsior al Lido di Venezia, la 7^ edizione del The Movie Charity Auction, l’evento dedicato al networking della meeting industry con asta benefica, ideato da Mauro Bernardini, Managing Director della All Star Agency, in collaborazione con MPI Italia Chapter, e con il supporto creativo e organizzativo di un team di masterini del Master in Tourism, Hospitality & Event Management della BeAcademy.

L’evento, che si svolgerà come sempre nell’ambito del Festival del Cinema di Venezia, giunto alla 77esima edizione, rappresenta quest’anno un momento simbolico di ripartenza per l’industria degli eventi, in concomitanza con il primo grande evento in presenza post Covid-19 e rivolto a sostenere il comparto e i suoi operatori. Sarà la MPI Foundation, infatti, a beneficiare del ricavato dell’asta benefica per supportare la meeting industry, fortemente colpita dagli effetti della pandemia, per dare aiuto concreto ai giovani professionisti del settore.

L’emergenza pandemica ha spinto l’organizzazione ed MPI Italia ad innovare il format per renderlo accessibile anche a chi non potrà partecipare in presenza. Novità del 2020, infatti, è un sito web dedicato all’iniziativa dal quale poter visionare i voucher all’asta e fare la propria offerta. Aperta ieri l’asta benefica su www.themoviecharity.it, è già possibile fare la propria offerta per contribuire alla raccolta fondi.

Main sponsor di questa 7^ edizione è ENIT. Sensibile alla causa dell’industria degli eventi, l’ente nazionale del turismo ha ritenuto fondamentale compiere un gesto a sostegno del settore.

“Enit è attenta ad ogni occasione di rilancio dell’immagine dell’Italia e di sostegno al comparto turistico. L’Italia ha ancora memoria del suo posizionamento pre-Covid nella classifica mondiale del turismo congressuale, dove si posizionava tra i primi sei Paesi al mondo con 550 meeting internazionali nel 2019 (ENIT su dati ICCA) con una crescita del 5,4%. L’evento promosso da MPI Italia nell’ambito della prima grande vetrina dell’Italia post-Covid, il Festival del Cinema di Venezia, è stato apprezzato quale iniziativa pertinente rispetto ad una linea di intervento che abbiamo attuato per fronteggiare questa fase di incertezza. Da ottobre lanceremo workshop in ben 12 Paesi – Austria, Canada Cina, Corea del Sud, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Norvegia, Spagna, Svezia, Svizzera e USA – per amplificare la promozione di MICE, lusso, leisure e active. Il nostro impegno per il MICE proseguirà a novembre, puntando su sostenibilità, innovazione e destagionalizzazione. Il congressuale è un settore in forte espansione e cruciale per l’Italia. Con The Movie Charity Auction rafforziamo il nostro impegno a sostegno della meeting industry.”, ha dichiarato Maria Elena Rossi, Direttrice Marketing ENIT.

“È davvero una grande soddisfazione per chi crea un evento quando esso stesso diventa una tradizione. Con la settima edizione a favore di MPI Foundation e le centinaia di richieste di partecipazione penso di avere raggiunto l’obiettivo, al fianco di MPI Italia, e con le importanti novità che ci consentiranno di ampliare l’audience dell’evento e incrementare il ricavato da devolvere, questa edizione si preannuncia entusiasmante.” – dichiara Mauro Bernardini, e conclude – “Ringrazio tutti i partner organizzativi, dalla BeAcademy alla Fondazione Ente dello Spettacolo, e non ultimo tutti gli sponsor, senza i quali non potremmo riuscire nella nostra missione”.

“Come Presidente MPI Italia sono felice di aver visto crescere anno per anno questa prestigiosa manifestazione, sempre al fianco di una causa nobile.” – commenta Maddalena Milone, Presidente MPI Italia – “Questo evento ha visto sempre più uniti alberghi congressuali e leisure, che hanno offerto voucher attraverso cui abbiamo raccolto fondi per sostenere importanti associazioni. La paura di dover rinunciare quest’anno all’evento ci ha offerto l’occasione di implementarlo con una asta da svolgere anche online, con più ampia visibilità per gli sponsor e una maggiore adesione anche da remoto.”

Condividi: