Il Touring Club Italiano, associazione di promozione sociale che da quasi 130 anni si prende cura dell’Italia come bene comune, certifica 5 nuovi Comuni con la Bandiera Arancione: il marchio di qualità che premia i piccoli borghi dell’entroterra italiano riconoscendone il patrimonio storico, culturale e ambientale oltre alla capacità di offrire al turista un’accoglienza di qualità, nel rispetto dell’ambiente.
I nuovi premiati, che portano a 279 il totale di Bandiere Arancioni distribuite in tutta Italia, sono: Sant’Agata Feltria (RN) località di origine pre-romana che racchiude storia, natura ed enogastronomia in una cornice unica sulle colline del Montefeltro; Castelsaraceno (PZ), piccolo paradiso per gli amanti degli sport e delle attività all’aria aperta, incastonato tra due Parchi Nazionali; Frontone (PU), borgo dell’Appennino umbro-marchigiano con una natura straordinaria da scoprire a piedi, in bicicletta o a cavallo; Monteverdi Marittimo (PI) cittadina fortificata sulle colline della Val di Cecina e caratterizzata da un fitto reticolo di vicoli che si aprono su piazze e scorci suggestivi; San Severino Marche (MC) tra i più pittoreschi comuni della provincia di Macerata, molto vivace e con un ingente patrimonio storico-artistico.
“Con l’assegnazione di questi cinque nuovi riconoscimenti, confermiamo ancora una volta l’impegno quotidiano nel promuovere e valorizzare le aree interne del nostro Paese, che la nostra Associazione porta avanti da ben 25 anni. Bandiere Arancioni fu la prima iniziativa in Italia dedicata ai piccoli centri – afferma Isabella Andrighetti, Responsabile Certificazioni e Programmi Territoriali del TCI – e ci piace pensare che l’impegno di questi anni, fatto di migliaia di ore di sopralluoghi in incognito, di dati analizzati, di confronti con amministratori ed eventi sul territorio abbiano contribuito a mutare consapevolezza e percezione di queste realtà, facendole evolvere da realtà marginali a destinazioni di interesse.”

Luoghi dove la qualità dell’accoglienza, la sostenibilità ambientale, la tutela del patrimonio artistico e culturale si uniscono per regalare un’esperienza di viaggio autentica. Piccoli centri che accolgono i viaggiatori grazie a comunità ospitali che, con impegno ed entusiasmo, mantengono vive le tradizioni, tutelano il patrimonio locale e animano i territori attraverso l’organizzazione di eventi e manifestazioni. Le Bandiere Arancioni oggi sono 279 e rappresentano l’8% delle oltre 3.300 candidature analizzate.

Autore

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *