Come cambia la figura professionale del consulente di viaggio in un periodo senza precedenti per la storia del turismo organizzato? In occasione dell’inaugurazione della nuova sede milanese, The Travel Expert, rete di 60 professionisti della distribuzione turistica guidata dal manager Luigi Porro, ha incontrato partner e stampa di settore per presentare un modello di business che ha avuto un grande successo negli ultimi anni e che potrebbe rivelarsi vincente anche alla luce del nuovo contesto di riferimento.

“In una fase complessa come quella attuale – dichiara lo stesso Luigi Porro, Founder & CEO The Travel Expert – i Personal Travel Expert, a differenza dei colleghi in agenzia, non hanno costi fissi, compresi canoni e fee che, unici sul mercato insieme ai nostri partner, abbiamo deciso di sospendere completamente. Sgravati da costi e formalità burocratiche, i PTE possono dedicarsi alla formazione, alla fidelizzazione della loro clientela, alla costruzione di prodotti legati al turismo di prossimità e, soprattutto, alla ricerca di soluzioni di business alternative, come le collaborazioni con le PMI nell’ambito di programmi di welfare aziendale, gettando le basi anche per una futura collaborazione con le imprese in ottica di business travel. Il nostro è un cantiere aperto che si evolve adattandosi con velocità all’andamento del mercato. L’obiettivo è di accrescere sempre di più il valore aggiunto offerto al cliente, individuale o azienda, in termini di consulenza qualificata, competenza e professionalità”.

L’idea nasce nel 2015 per rispondere alla crisi delle agenzie di viaggio, già allora alle prese con la contrazione dei margini e una normativa sempre più complessa. Semplice e rivoluzionaria al contempo, la formula si basa sulla centralizzazione di tutti gli aspetti burocratici ed organizzativi attraverso un backoffice altamente performante che lascia all’agente la possibilità di lavorare in autonomia, in smart working e senza negozio, focalizzandosi sul core business. Il successo è immediato: Musement S.p.A., società specializzata nella distribuzione di attività ed escursioni turistiche, sposa il progetto e nel 2016 sviluppa la business unit Musement Personal Travel Agent che, in 4 anni, moltiplica le proprie dimensioni, fino a diventare il secondo player sul mercato.

Nel 2020 il gruppo manageriale di fondatori del network crea The Travel Expert, società partecipata oggi dallo stesso Luigi Porro, dalla holding di partecipazione Fast Digital Solutions SA di Davide Volpe e Andrea Cani (proprietaria di KKM Group) e da Lab Travel, proprietaria della rete Euphemia Personal Voyager: nasce così il primo polo nazionale, per un totale di 180 consulenti e un fatturato 2019 di 50 milioni di euro. 

The Travel Expert si rivolge a professionisti con una buona esperienza, ai quali offre licenza, ragione sociale, backoffice, ampio magazzino prodotti, marketing multicanale e formazione. Il tutto, abbinato ad un contratto particolarmente conveniente, con la garanzia di un ottimo regime commissionale. Tanto il consulente quanto la rete guadagnano in funzione delle vendite realizzate, in un modello win/win vantaggioso per tutti gli attori. Sono previsti anche programmi di inserimento, corsi di formazione e aggiornamento continuo.

Il motore di The Travel Expert è la tecnologia, che supporta il PTE con una suite di strumenti innovativi, utili in tutte le fasi della vendita: “Attraverso il know-how di Fast Digital Solutions SA – spiega Davide Volpe, Founder & CTO The Travel Expert – abbiamo sviluppato una piattaforma che permette di realizzare un sito internet personalizzato per ogni PTE, con la doppia funzione di canale promozionale rivolto al cliente, che può interagire anche online con il consulente, e portale backoffice per la gestione operativa del business. Nell’area riservata sono infatti disponibili i tool per l’emissione della biglietteria e la prenotazione di pacchetti e servizi singoli, il gestionale, i sistemi legati agli incassi e alle operazioni di invio e firma dei contratti e molto altro ancora”.

E poiché il motore è nulla senza il carburante, ogni PTE può contare su un team che, dalla sede centrale di Milano, si occupa di coordinare tutte le attività, con particolare riferimento a marketing, commerciale, operativo, amministrazione e tecnologia.

Sul fronte del prodotto, The Travel Expert collabora con tutti i migliori tour operator, compreso l’accesso alle condizioni riservate al Gruppo Gattinoni, che partecipa al capitale sociale di Lab Travel. A questi si affiancano accordi specifici con fornitori di servizi singoli, DMC, corrispondenti locali. Immancabili le experiences in esclusiva di KKM Group, inclusi i pacchetti legati alla Formula 1, e migliaia di activities firmate Musement, che ha siglato un accordo triennale di “Official Partnership” con the Travel Expert.

Ed è proprio il magazzino prodotto a rappresentare la chiave di volta per superare la crisi: “Ci siamo da sempre dedicati alla produzione e commercializzazione del prodotto “Short Breaks” – prosegue Porro – che potrebbe rappresentare oggi uno strumento più che attuale per affrontare il momento: si tratta di viaggi brevi in bus, promossi direttamente dai nostri PTE, costruiti attraverso il supporto del backoffice e poi canalizzati con la collaborazione di tutta la rete. La voglia di viaggiare c’è e l’interesse con cui vengono accolte queste proposte ci lascia ben sperare. Mai come oggi è importante puntare sulla tecnologia, sul marketing e sull’innovazione di prodotto” per ripartire snelli, attrattivi ed efficaci.

Condividi: